Italy

Dove nascono i violini

Musica e arte liutaia nelle Terre Alte delle Dolomiti di Sagron Mis in Trentino.
Arco alpino e strumenti ad arco

Si sa che i violini vengono modellati con il delicato legno di certi boschi di abeti rossi del Trentino.

Qui,  l’educazione musicale e la sensibilità per gli strumenti, vengono insegnate nelle scuole in parallelo al mestiere di liutaio.

Piz_di_Sagron_Gruppo_del_Cimonega_Parco_nazionale_Dolomiti_Bellunesi.

A Sagron Mis, in Trentino, destinazione sconosciuta ai più ma molto amata e preservata dai cultori della montagna in cerca di esperienze autentiche, la musica ricopre una funzione collettiva importante.

Trentino: la patria dei violini

Siamo nel Parco Naturale Paneveggio – Pale di San Martino di Castrozza e il Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi, nel confine orografico fra Trentino e Veneto.

Da queste foreste, fin dai tempi degli Asburgo, si ricavava la preziosa materia lignea degli strumenti ad arco ancora oggi considerati tra i più pregiati al mondo.

Pra delle Fante, Sagron Mis (Carlo-Bazan)

Nella comunità alpina di Sagron Mis e tra le spettacolari montagne del Trentino, la musica è  un’identità culturale talmente forte da essere radicata nelle tradizioni della vita di montagna.

Le istituzioni locali hanno deciso di dedicare al tema un Festival estivo articolato in tre giorni, giunto alla seconda edizione.

Si tratta di una manifestazione che ogni anno premia e riconosce una personalità musicale di altissimo livello assegnando il titolo di Personaggio dell’Anno.

Glauco Bertagnin, Personaggio dell’anno (a sx) con il Maestro Uto Ughi.

Arco alpino e strumenti ad arco

Il programma 2023 si svolgerà nelle sere dal 28 al 30 luglio, all’aperto, con concerti del violinista Glauco Bertagnin e della sua orchestra.

Le location saranno Chalet Giasenei e la Chiesa di Sagron Mis e le musiche quelle dei concerti di Vivaldi, Mozart e Tartini.

Le performance acustiche dei violini, figura centrale dell’evento, si diffonderanno nell’aria e nel buio.

Sagron.

Attraverso la potenza e l’intimità della loro anima alpina, i violini doneranno una connessione profonda e struggente fra musica e paesaggio.

I conoscitori della montagna e il Personaggio dell’Anno

Il riconoscimento di Personaggio dell’Anno 2023 andrà proprio al violinista Glauco Bertagnin.

Durante la tre giorni del Festival, in particolare venerdì 28 luglio, ci saranno anche approfondimenti teorici a cura di Alessandro Gogna, alpinista di fama internazionale.

Escursioni nei dintorni di Sagron Mis.

Si parlerà di “Fecondità musicale nelle terre alte” in quanto Alessandro Gogna definisce l’amore per la montagna e per la musica il connubio perfetto del benessere più vero.

Musica e montagna sono due vertigini e passioni che costituiscono il passaporto della spiritualità umana.

Arte liutaia al Festival di Sagron Mis in Trentino

Sabato 29 e domenica 30 luglio 2023 si esibirà invece il maestro liutaio Giovanni Lazzaro, diplomato alla Scuola Internazionale di Liuteria di Cremona nel 1985,  con laboratori a Padova, Cremona e Salisburgo.

Atelier di Giovanni Lazzaro (foto di Emanuele Scicolone)

Lazzaro presenterà, descriverà e illustrerà alcuni esemplari di strumenti ad arco con  dimostrazioni pratiche. Nel giusto contesto dove i violini sono nati: in Trentino.