Italy

Terme fai-da-te in Gallura

Natural spa nel Coghinas, fiume caldo della Gallura: non c’è struttura, non serve la prescrizione e non si paga il ticket. E il benessere è assicurato: basta guardarsi intorno

Natural spa nel Coghinas, fiume caldo della Gallura: non c'è struttura, non serve la prescrizione e non si paga il ticket. E il benessere è assicurato: basta guardarsi intorno

Testo e foto di Gianmario Marras

I Romani chiamavano Thermus il fiume che all’altezza di Casteldoria, in Gallura, raggiunge temperature molto elevate, quasi bollenti (80° in alcuni tratti); per lo stesso motivo, i sardi lo hanno ribattezzato Coghinas che significa cucina, e da secoli scendono alla spiaggia di Li Caldani per abbandonarsi nel suo letto di acque salso-bromo-iodiche e cercare sollievo a dolori reumatici e disturbi respiratori.

La cura: si va al fiume, si raccoglie il fango che si trova abbondante sulla riva e si spalma su tutto il corpo. Quando si è asciugato bene all’aria e al sole, ci si lava nel fiume caldo che scorre lento attraverso un canyon di rocce rosse e il verde lussureggiante. Per trattamenti specializzati, nei dintorni c’è anche lo stabilimento termale di Casteldoria, aperto all’inizio del 2011 (tel. 0795850005).

Dopo la cura: si va fino alla foce del fiume, verso Valledoria, da dove partono i battelli per il bird watching guidato tra le decine di uccelli popolano le anse del fiume: aironi rossi, gallinelle, folaghe, cavalieri d’Italia, gabbiani, civette, cicogne bianche e qualche raro falco pescatore. Dalla foce si può anche raggiungere il mare in windsurf o addentrarsi in canoa tra i canneti.

Come ci si arriva: il Coghinas, terzo fiume della Sardegna per dimensione, segna il confine fra le regioni di Gallura e Anglona, cioè fra la provincia di Olbia-Tempio e  quella di Sassari. Per  arrivare al tratto caldo si percorre la strada costiera che va da Castelsardo a Santa Teresa (strada provinciale 90) seguendo le indicazioni per Santa Maria Coghinas e poi per le terme.

Escursioni sul fiume

Alta Bandha | tel. 3282798442 | info@focedelcoghinas.com |16 € |

Dormire

Hotel Marinedda Thalasso & Spa | Isola Rossa | tel. 079694185 |

Basse costruzioni digradanti verso il mare e il centro di Thalassoterapia. Atmosfere ricercate nelle 195 camere, da standard a Executive, con piscina privata di acqua di mare riscaldata e idromassaggio. Da 94 € a persona con trattamento di mezza pensione.

Hotel Pedraladda | via Zirulia 50, Castelsardo | tel. 079470383 |

Con vista sul mare e sul borgo medievale di Castelsardo, camere rinnovate da poco, due ristoranti e una bella piscina a pochi passi dal centro abitato. Da 76 €.

Mangiare

Il Cormorano | via Colombo 7, Castelsardo | tel. 079470628 |

Pochi tavoli in ambiente accogliente e menù stagionale (soprattutto pesce). Conto sui 50 € per uno dei migliori ristoranti della Sardegna.

La Tana di li Mazzoni | località Cascabraga, Castelsardo | tel. 079681442 |

Isolato fra scenografiche alture di porfido rosso, ma con vista sul mare, buona cucina di pesce. 35 €.