GOURMET

Tavola d’autore in Val d’Orcia

L’atmosfera di un’autentica trattoria toscana incontra la ricerca di un ristorante gourmet, l’esperienza nel borgo a due passi dall’orto

A Rosewood Castiglion del Bosco, in Val d’Orcia, c’è una nuova serra, che si aggiunge all’orto biologico di 904 mq, e che diventa il cuore della produzione all’interno del borgo, di tutta la materia prima vegetale che lo Chef Matteo Temperini porta in tavola al Ristorante Campo del Drago -1 Stella MICHELIN, e all’Osteria La Canonica, dove l’atmosfera è quella di un’autentica trattoria toscana.


Per Matteo Temperini, toscano, di Poggibonsi, la connessione tra cibo, territorio e comunità crea la sua idea di ospitalità Rosewood che dall’osteria alla cucina stellata, porta il cuore della Toscana al primo posto sulla tavola. Tutto parte dalla terra, poi tecnica e creatività,  fanno si che ogni elemento esalti il sapore nella creazione del piatto finale.

Lo Chef coltiva direttamente il grande orto del borgo, e affianca i fornitori affinché producano al meglio ciò che arriva in cucina. Nella costante ricerca di stagionalità e disponibilità di materie prime protagoniste, partecipa alla maturazione dei formaggi e alla frollatura della carne che nascono così già pensati per i suoi piatti.



Al Ristorante stellato Campo del Drago, il Menu dello Chef  propone i suoi piatti della tradizione, e nel Menu dell’Orto  regna la materia prima locale e vegetale.

Gli ospiti che partecipano alla sua scuola di cucina visitano le sue coltivazioni e la cena nell’orto biologico è un must, per la vista panoramica su Montalcino e per la proposta inedita e su misura del menu con l’utilizzo di verdure stagionali.

Nel 2019 Matteo è entrato a far parte di Rosewood Castiglion del Bosco. Nel suo curriculum: Sous Chef nel ristorante parigino Spoon – Food and Wine, di Alain Ducasse e poi Chef de partie nel locale 3 Stelle MICHELIN Le Louis XV a Monaco sempre di Alain Ducasse.


Esperienze a New York, Lugano e Macao, dove ha ampliato i propri orizzonti gastronomici; all’Enoteca Pinchiorri di Firenze; al ristorante Il Gallopapa a Castellina in Chianti, dove ha conquistato nel 2002 la prima Stella MICHELIN; all’Hotel Le Sirenuse di Positano, dove La Sponda ha conquistato la prima Stella MICHELIN nel 2011, riconoscimento che ha mantenuto da allora.
Accanto allo Chef Temperini lavora per tutta la pasticceria il Pastry Chef Michael Boivin, classe 1988, nato a Biarritz, che dopo gli studi presso l’Ecole de Gastronomie et de Management Hôtelier, Ferrandi Paris, inizia la sua carriera presso il laboratorio di pasticcieria e cioccolateria del Meilleur Ouvrier de France, Jean-Paul Hévin, a Parigi. Poi  ristoranti stellati e pasticcierie di alto livello: Restaurant le Baudelaire, 1 stella MICHELIN – Hotel Burgundy, guidato dallo Chef Pasticciere Yann Couvreur. Nel 2012 arriva in Italia come Chef Pasticciere dell’hotel Le Sirenuse di Positano, dove incontra Matteo Temperini. La sua passione per la natura, per l’orto biologico della proprietà, rendono il legame con Rosewood Castiglion del Bosco speciale.


Nel cuore del Parco Naturale della Val d’Orcia, sito protetto dall’UNESCO, Castiglion del Bosco è una tenuta di più di 2000 ettari, le cui origini risalgono a circa 900 anni fa. Nella tenuta le rovine del castello del 1100 d.C., la chiesa medievale del XIV secolo, ed il borgo – lo storico villaggio che oggi costituisce il cuore del resort gestito da Rosewood Hotels & Resorts – nel quale sono le 42 Suite, e le 11 ville della proprietà e la cantina storica di Castiglion del Bosco dove si produce Brunello di Montalcino. Castiglion del Bosco è una cantina storica e una dei maggiori produttori di Brunello di Montalcino, e membro fondatore del Consorzio del Vino Brunello di Montalcino nel 1967. L’enologa Cecilia Leoneschi supervisiona i rituali del raccolto, un processo di selezione manuale in due fasi e dell’invecchiamento nelle botti, all’interno della cantina di 4.000 m². La  antina ospita esperienze ed attività relative alla degustazione del vino e l’annuale festa della vendemmia a settembre.