Italy

Nessun altro posto (così seducente)

A Vicenza un palazzo settecentesco di Corso Palladio è diventato No Other Place, location per eventi di fascia alta e soggiorni esclusivi. L’originalità come fattore chiave

Un volume dal cofanetto rosa shocking racconta la storia di No Other Place di Vicenza. Il titolo in inglese, impresso sul frontespizio di tessuto grigio perla, è eloquente: An extraordinary heritage for a contemporary experience.

Fascino inedito, stile unico a Vicenza

Appena varcato il portone, salite le scale e attraversata l’ariosa orangerie,  la narrazione del luogo si scompagina da sola, fra vortici di bellezza, arte e cultura. Rivelando a ogni angolo dettagli di fascino inediti.

Palazzo Loschi Zilieri Dal Verme, nel cuore di Vicenza, lungo la centralissima via Palladio, è ora una luxury location per eventi e soggiorni, shooting e wedding dal nome invitante: No Other Place. Promessa mantenuta, perché nessun altro luogo destinato all’incontro, alla convivialità e all’ospitalità, è capace di essere altrettanto seducente, per magnetismo e colori.

Lo scenografico living di No Other Place di Vicenza.

Gli spazi dell’antica dimora sono stati sapientemente curati negli interni dal designer, collezionista e creatore di moda Claudio Biasia, proprietario dell’immobile. Gli alti soffitti, i pavimenti terrazzati, gli arredi, i tessuti, i tendaggi, la boiserie sono frutto della sua ricerca appassionata che conferma in pieno lo stile unico assegnato al palazzo, accordato a un timbro contemporaneo.

No Other Place: creatività e storia

Ogni ambiente sussurra rivelazioni e ruoli: c’è il salone per gli eventi, per ospitare meeting o feste private; c’è la sala da pranzo con l’annessa cucina per i momenti conviviali; c’è la sala lettura comunicante con il living per godersi momenti di silenzio o piacevoli conversazioni; c’è persino uno studiolo per ritirarsi in meditazione. Tra le tante curiosità che attirano l’attenzione, spicca uno scenografico modello tridimensionale, riprodotto in scala, del palazzo di via Mozart a Milano utilizzato per le riprese del film Giulia e Giulia per la regia di Peter Dal Monte girato nel 1987.

Sognare a Vicenza. La zona notte di The Other Place, luxury location in un palazzo settecentesco.

Salendo le scale di marmo fiancheggiate da colonne e balaustre, in due stanze al piano superiore è stata ricavata la zona notte,  per fermarsi a dormire. E sognare.

«Soggiornare qui – si legge nel libro che riporta in copertina il logo di No Other Place con le linee frontali del palazzo – non è semplicemente “stare”: è arricchimento per la mente, immersione per i sensi, empatia con un luogo antico re-immaginato nella contemporaneità».

C’è un senso profondo dell’accoglienza nell’anima di No Other Place e si sostanzia in poche parole, la cui sintesi è l’originalità. Nessun altro posto è così.

I suggestivi ambienti di No Other Place a Vicenza.