GOURMET

A Milano degustazioni e tanto altro

La cantina abruzzese Masciarelli Tenute Agricole ha inaugurato nel cuore della città meneghina uno spazio multifunzionale dedicato non solo all’assaggio dei vini di qualità, ma anche a show cooking, meeting di lavoro, eventi stampa, foto e video shooting…

Uno scorcio di Casa Masciarelli, courtesy Helenio Barbetta

Un nuovo indirizzo da segnare in agenda: nel cuore di Milano, in corso Magenta 30, è stata da poco inaugurata Casa Masciarelli. Si tratta di un’abitazione, ospitata in un edificio storico, sapientemente ristrutturata e trasformata in accogliente spazio multifunzionale. Questo nuovo punto di riferimento meneghino è stato voluto da Masciarelli Tenute Agricole, prestigiosa casa vitivinicola abruzzese che ha sede a San Martino sulla Marruccina, piccolo paese collinare a sud di Chieti.
Progettata dall’architetto d’interni Alberto Nespoli di Eligo Studio e location ideale per meeting di lavoro, eventi stampa, foto e video shooting, Casa Masciarelli si compone di una sala da pranzo, una zona living e un’ampia cucina scenografica con un’isola, lo chef-table – ispirato alla pianta del Pirellone di Gio Ponti – dove avvengono le degustazioni e gli show cooking.

La cucina di Casa Masciarelli, courtesy Helenio Barbetta

Come spiega Miriam Lee Masciarelli, brand manager di Masciarelli Tenute Agricole, «per quanto la nostra azienda abbia sede in Abruzzo, è sorta spontanea la necessità di avere un appoggio dove accogliere i nostri clienti e amici anche a Milano. Quando dovevamo pensare a chi coinvolgere per questo progetto, il mio pensiero è caduto subito su Alberto Nespoli, che avevo avuto modo di conoscere nel corso di un viaggio e che da subito mi ha colpito per la condivisione di valori, come l’estetica e la ricerca del bello in tutte le sue forme artistiche».

Il Castello di Semivicoli

Per gli interni l’architetto Nespoli ha privilegiato materiali e tonalità calde e intense come burgundy, cioccolato e crema: il grassello di calce alle pareti – morbido e tattile – dialoga con il cuoio degli arredi e il legno naturale delle travi, mentre le eleganti boiserie, con porte e ante “a scomparsa”, celano nicchie e ripiani dove sono messe in risalto le preziose etichette Masciarelli. Tra queste, il Montepulciano d’Abruzzo riserva Villa Gemma, i vini della celebre linea Marina Cvetic – quest’ultima è la moglie del fondatore dell’azienda Gianni Masciarelli, figura simbolo del panorama enologico italiano prematuramente scomparso – , le limited edition de “la botte di Gianni” e la linea classica. Senza dimenticare le esclusive bottiglie della linea Gianni’s selection che distribuisce in Italia i vini provenienti dalle più interessanti aree enologiche d’Europa. Last but not least, la linea Castello di Semivicoli, che prende nome da un palazzo baronale del XVII secolo oggi trasformato in un wine resort, dotato di 11 tra camere e suite una diversa dall’altra. Imprenscindibile punto di riferimento per l’enoturismo regionale, è un luogo immerso nel verde dove si possono seguire corsi di cucina personalizzati, fare degustazioni, escursioni o visite guidate o vivere l’esperienza della vendemmia.

Da sinistra, Marina Cvetic con le figlie Chiara e Miriam Lee Masciarelli, courtesy Barbarossa

Tornando ai vini dedicati a questo accogliente maniero, non bisogna dimenticare l’etichetta di punta della linea: l’Abruzzo Pecorino Doc di cui Masciarelli Tenute Agricole ha appena presentato l’ultima annata. Un vino dalle olfattive e persistenti note balsamiche, fresco al palato e gradevolmente sapido. Il bouquet è deciso, contraddistinto da sentori di salvia, timo ed erbe di montagna. Caratteristiche che lo rendono versatile negli abbinamenti, dagli aperitivi agli antipasti, dai piatti di pesce ai formaggi.
Acquistando questo vino, si può contribuire a un progetto charity per combattere la violenza di genere. Il 5 % del ricavato delle vendite della referenza sarà infatti devoluto dall’azienda vitivinicola abruzzese a favore dell’associazione D.i.Re – Donne in rete contro la violenza che, attraverso azioni quotidiane, promuove l’attivazione di politiche e la diffusione di buone pratiche per la prevenzione e il contrasto degli atti violenti contro le femmine. Come sottolinea Marina Cvetic, amministratore delegato di Masciarelli Tenute Agricole, «per noi ogni bottiglia prodotta rappresenta non solo un veicolo per trasmettere una filosofia improntata alla qualità, all’artigianalità e all’amore verso il territorio, ma anche e soprattutto uno strumento per diffondere il concetto del rispetto di ogni individuo e il valore della parità di genere, capisaldi della grande famiglia Masciarelli, che basa le relazioni con tutti i suoi collaboratori sull’affetto sincero e sul rispetto reciproco. Il risultato è l’indissolubile legame dell’azienda con i dipendenti, gli stakeholder e le persone che abitano nei territori nei quali opera».

Informazioni: www.castellodisemivicoli.com; www.masciarelli.it; per acquistare l’Abruzzo Pecorino Doc castello di Semivicoli www.store.masciarelli.it o nelle migliori ristoranti ed enoteche.