Italy

Maguy Marin protagonista del Reggio Parma Festival 2023

Reggio Emilia e Parma puntano sulla cultura e mettono in scena i grandi classici e gli ultimi lavori della grande coreografa francese, Leone d’Oro alla Biennale di Venezia

La coreografa francese Maguy Marin. Nel programma del Reggio Parma Festival di quest’anno, a lei dedicato, i suoi primi lavori e le ultime produzioni.

Il Reggio Parma Festival, che coinvolge le due città emiliane che hanno puntato sulla cultura, ha inaugurato a fine maggio con May B, coreografia di Maguy Marin a cui è dedicata l’edizione del 2023 del festival con il titolo La passione dei possibili. Lo spettacolo, un mix di danza, mimo e teatro ispirato al mondo tragicomico di Samuel Beckett, è del 1981 e a rivederlo oggi, interpretato dalla compagnia di Lione della coreografa, non ha perso un briciolo di attualità ed emozione con il racconto di un’umanità indistinta e gregaria mossa prevalentemente dall’istinto e dai bisogni primari. Altri lavori più recenti, tra cui la nuova produzione di Maguy Marin dal titolo ancora non svelato, sono in cartellone tra il 14 novembre e il 16 dicembre, insieme a incontri, workshop e proiezioni di film sul lavoro della coreografa francese, Leone d’Oro alla Biennale di Danza di Venezia del 2016.

Una scena di Duo D’Eden, coreografia di Maguy Marin eseguita dalla MM Contemporary Dance Company il 16 dicembre 2023 al Teatro Ariosto di Reggio Emilia.

Il festival è anche l’occasione per vedere altri interessanti spettacoli come il Peer Gynt di Ibsen con la regia di Daniele Abbado (20 e 21 giugno) e il Gala Verdiano, una serata dedicata alle arie del compositore parmense Giuseppe Verdi (10 ottobre).

Fin dalla sua prima edizione nel 2001, il Reggio Parma Festival presenta una programmazione di spettacoli di danza, musica, opera e teatro di altissimo livello, con rappresentazioni al Teatro Regio di Parma  e al Teatro Due e Fondazione I Teatri di Reggio Emilia, capitale italiana della danza contemporanea.

Per info clicca qui.