HOSPITALITY

La ricetta umbra

Una coppia di giovani imprenditori romani e il loro progetto di recupero in un borgo, tante declinazioni per una sola passione

A Gualdo Cattaneo, borgo nato dell’anno 975, complesso difensivo di castelli e di edifici fortificati, una coppia di giovani imprenditori romani, con impegno e passione, sta investendo in nuove e diversificate attività.

Giorgiana Guidi viene da una famiglia di ristoratori, Raffaele Tomaino è nella grande distribuzione di materiale elettronico. 3 anni fa hanno iniziato il restauro dell’ex canonica di Gualdo Cattaneo, e nonostante ostacoli e ritardi dovuti alla pandemia, oggi nella minuscola piazza Beato Ugolino, c’è il loro grazioso relais, curato e accogliente.

Nel palazzetto ottocentesco che ospitava la casa del parroco, il Ristorante Il Grottino è al piano terra, ai piani superiori 4 camere e una sala lettura, luminose e linde pur nella loro semplicità, con affaccio sul campanile della chiesa e su un romantico panorama.

Si entra al Grottino e si è accolti dal calore del camino dove si fa cottura alla brace. Il restauro ha dato nuovo carattere all’ambiente, trasformandolo in un luogo dove è piacevole ritrovarsi. C’è anche un dehors sulla terrazza e un altro in piazzetta e nella bella stagione i tavoli si allargano all’ombra di un grande albero antico. 

In cucina c’è Marco Micucci, perugino doc e figlio d’arte, e da sempre impegnato dietro ai fornelli. La sua proposta coniuga con creatività tranquilla, la tradizione umbra alla realtà odierna, in modo corretto, senza desideri di stupire e senza tradire gli ingredienti: una cucina curata e non banale.

La carta si compone di piatti dai sapori genuini, realizzati a partire da ingredienti a chilometro zero, di aziende locali attentamente selezionate, come le verdure che provengono da Cannara o il tartufo nero, gioiello gastronomico del luogo. Sulla brace ottenuta da legni differenti sono cotte carni dal taglio pregiato frollate in loco anche 60/70 giorni, provenienti dai migliori fornitori. La selezione delle carni è nazionale e internazionale.

Ma tra le iniziative di Giorgiana e Raffaele, situata in una stradina del centro storico, c’è anche la Bottega, dispensa a vista, dedicata agli abitanti del borgo e ai turisti, dove si possono acquistare tutti i prodotti adoperati nella cucina del ristorante, dalle eccellenze locali a quelle provenienti da fuori.

Altre iniziative sono: la collaborazione con La Spiga di Santa Maria degli Angeli per la preparazione di biscotti (ed è allo studio una linea di prodotti da forno), la Pizzeria a taglio Il Grottino, a Spello; sono in procinto di riaprire il Forno di Gualdo Cattaneo che panificherà per il paese e dove è previsto anche un laboratorio di pasta fresca… e altri progetti sono in fase di decollo. 

Piace di questa coppia l’entusiasmo, l’impegno verso la comunità e verso il personale – un team giovane e affiatato – che lavora per loro e con loro, piace che le loro proposte si aprano al territorio dando impulso e fervore anche ad altre realtà locali. Gualdo Cattaneo è un borgo minuscolo, in un contesto paesaggistico intatto, dove i boschi si alternano alle coltivazioni di ulivi ed ai vigneti del Sagrantino Alto su un colle gode di una magnifica vista, piccolo nido d’aquila fuori da percorsi battuti, Il Grottino con la sfaccettatura composita delle sue attività è segnale di un risveglio.