Italy

Indossare Venezia

Il lusso artigianale di Fugubag, il brand di moda che realizza borse e pantofole
dedicate a Venezia

In un momento storico in cui da più parti si invita alla sensibilità ambientale, specialmente verso città fragili come Venezia, alcune creazioni di moda nascono per input etico, oltre che estetico.

Le borse in velluto della collezione Fugu dedicate a Venezia. Moda sostenibile. (Foto di Anna Vercellotti)

Venezia come accessorio

È il caso del marchio Fugubag che ha ideato una linea di borse realizzate al 100% con velluto proveniente da bottiglie riciclate, dimostrando l’impegno nell’adozione di pratiche ecologiche per contraddistinguere i propri prodotti.  Ispirati a Venezia.

I geni creativi di tutto ciò sono Giulia Carbone e Geremia Siboni fondatori di Fugubag con negozi presenti a Milano, Venezia, San Donà di Piave, Alba, Mondovì e presto anche a Napoli e Stromboli.

Fugu, in giapponese, è il pesce palla, esemplare ittico minuto eppure capace di imprimere nella sabbia opere d’arte originalissime, frutto di amore, pazienza e costante lavoro.

Venezia e Moda. Giulia Carbone e Geremia Siboni ideatori del brand di lusso artigianale Fugu (foto di Anna Vercellotti).

Il progetto Fugu nasce proprio da questo input: la passione per il mare, la vela e in generale il rispetto verso l’ambiente.

La mission di Fugubag

Fugubag, naturalmente, prende abbrivio anche dall’amore sconfinato per Venezia, candidata ad essere città sostenibile del futuro.

La mission di Fugu – spiegano Giulia e Geremia – è dare una seconda vita a materiali diversi.

Abbiamo iniziato utilizzando le vele usate delle barche per creare borse che ci accompagnino in nuovi viaggi.

Negli ultimi tempi abbiamo deciso di impiegare velluti italiani ottenuti dal riciclo di bottiglie di plastica per creare borse fashion, pratiche ed eleganti.

La nostra è una produzione completamente artigianale, creata e realizzata in Italia, con una spiccata attenzione al riutilizzo e al riciclo delle materie prime”.

Colori solari. Sono tante le varianti cromatiche delle borse in velluto Fugu, omaggio della moda a Venezia. (Foto di Anna Vercellotti)

Poesia in forma di borsa

Nella forma delle borse Fugu si riconoscono i sesti acuti delle bifore sul Canal Grande, le ogive e i tondi di certi palazzi in stile gotico fiorito tipico veneziano.

Nei colori dei velluti si intravedono le tinte cipria delle albe in laguna o le opalescenze delle onde scintillanti sotto il sole, quando vengono delicatamente mosse dalle imbarcazioni.  Ma la palette è decisamente assortita.

A sfiorarle con le dita, nelle borse Fugu c’è la memoria tattile di tutto ciò che è meravigliosamente morbido e piacevole.  E anche tutto ciò che è stato utile, considerato che queste borse sono realizzate con materiale proveniente da contenitori in plastica.

Capolavori artigianali di alta moda realizzati con velluto proveniente da bottiglie in plastica riciclata. (Foto di Anna Vercellotti)

Ogni borsa Fugu è dotata di una fodera interna realizzata con tessuti pregiati, per garantire un tocco di raffinatezza in ogni dettaglio.

Sono naturalmente disponibili in varie opzioni colore, a scelta del cliente, per esprimere la propria personalità e unicità con rifiniture, ricami o stampa a caldo delle iniziali.

Partnership importanti

L’artigianalità e la conseguente flessibilità di Fugu – spiegano ancora Giulia Carbone e Geremia Siboni – ci consentono di sviluppare linee e prodotti dedicati.

Abbiamo avviato una  collaborazione con la Tessitura Bevilacqua di Venezia per le fodere interne con pregiati tessuti provenienti dai loro archivi storici.

E un’altra bellissima collaborazione è nata lo scorso anno con l’hotel Ca’ di Dio, sempre a Venezia.

La loro attenzione per la moda, l’ambiente e l’esclusività ha potuto rispecchiarsi in una collezione unica di borse, voluta e creata  per celebrare uno degli eventi più significativi del passato e del presente di Venezia: la Festa del Redentore.

Un’edizione limitata di soli 50 pezzi unici, realizzati totalmente a mano da Fugu appositamente per questa dimora esclusiva. Ogni borsa è numerata, da 1 a 50, corredata di una targhetta dove il motivo geometrico che contraddistingue Ca’ di Dio è riportato tramite tessere di mosaico a diversi colori, in omaggio alla millenaria tradizione di Venezia”.

Le linee e i colori di Venezia in una borsa Fugu. (Foto di Anna Vercellotti)

Nel suo tributo alla città lagunare, il brand Fugu ora ha fatto di più: gli stilisti della giovane maison ravennate si sono ispirati alle calzature che indossano i gondolieri – denominate in gergo le friulane – e le hanno ribattezzate, giocando sul nome del brand, fugulane.

Fugubag e Fugulane

Un abbinamento che diventa accostamento, appagando il criterio estetico e funzionale della complementarietà, obbedendo al richiamo cromatico della parure che porta a compimento il percorso creativo.

​Il lancio delle leggerissime calzature da donna in velluto, che rappresentano l’ultimo punto di eccellenza di Fugu, è avvenuto a metà giugno a Venezia al boutique hotel Corte di Gabriela.

Ogni Fugulana è realizzata con cura e maestria artigianale, confermando l’eleganza e la raffinatezza che contraddistinguono il marchio Fugu.

L’ultima nata, nell’atelier di alto artigianato Fugu, è la Fugulana, la tipica pantofola usata dai gondolieri di Venezia. (Foto di Anna Vercellotti)