NEWS

Alberghi e ristoranti d’Italia 2024

Touring Club Italiano ha appena presentato la nuova edizione della storica guida che presenta oltre 3.500 strutture dove dormire e mangiare, accuratamente selezionate

È appena uscita nelle librerie la nuova guida Alberghi e ristoranti d’Italia 2024, pubblicata dal Touring Club Italiano (euro 22). Gli autori sono l’autorevole critico enogastronomico Luigi Cremona e Teresa Cremona, esperta di hôtellerie e nota firma di The Travel News. Come nelle precedenti edizioni, fratello e sorella propongono un viaggio attraverso le eccellenze del turismo e della gastronomia di casa nostra.

Un percorso lungo le “strade del gusto e dell’ospitalità” ricchissimo e avvincente, declinato in ben 58 itinerari che – oltre ad arte, storia e bellezze naturali – raccontano sapori e profumi della terra, del mare e della tradizione dei nostri borghi e delle grandi città, con una particolare attenzione ai territori che fanno della sostenibilità ambientale un punto di forza. Tanto che sono più di 450 gli indirizzi segnalati dove si possono fare acquisti a chilometro zero, dalle botteghe enogastronomiche a cantine ed enoteche, dalle pasticcerie ai forni, dai caseifici alle aziende agricole.

Alla valorizzazione dei territori fa riferimento anche l’indicazione dei paesi Bandiera Arancione: nella guida sono, infatti, più di 200 le strutture selezionate tra le piccole eccellenze dell’entroterra alle quali il Touring Club Italiano ha conferito questo importante riconoscimento di qualità turistico-ambientale.

Per quel che riguarda le strutture dove dormire e mangiare, quelle scelte dagli autori sono oltre 3.500, dalle migliori proposte dell’accoglienza e della ristorazione (l’Olimpo) agli indirizzi di Stanze italiane e Cucine d’autore, ovvero le indicazioni “a misura d’uomo”. Senza dimenticare soluzioni più economiche come affittacamere e agriturismi, anche questi ultimi comunque accuratamente selezionati. Interessante anche la sezione Electric friendly che presenta diverse strutture che offrono servizi dedicati a chi viaggia con veicoli elettrici, a cominciare dalle colonnine di ricarica.

I giovani chef vincitori del premio Top di domani

Oltre a dedicare grande attenzione ai territori, la guida conferisce il premio Top di domani a quattro giovani chef, selezionati in tutto lo Stivale, che si sono distinti per talento, curiosità, spiccata personalità e sensibilità nell’interpretare la propria professione. I vincitori dell’edizione di quest’anno sono: Guido Paternollo, executive chef del Pellico3 , ristorante all’interno dell’hotel Park Hyatt Milan, che propone una cucina gourmet, ma con una base profondamente mediterranea, improntata sulla produzione stagionale e sulla qualità della materia prima; Irina Stratan, sous chef de La Paterna di Giavera del Montello (TV), considerata uno dei migliori talenti under 30 d’Italia: estrosa e creativa, realizza piatti ispirati alla tradizione usando materie prime di qualità; Giulio Gigli, chef e fondatore di UNE a Foligno (PG), ristorante collocato in un ex mulino seicentesco, propone una cucina basata principalmente su ingredienti a chilometro zero o dimenticati – come la roveja e la fagiolina del Trasimeno – che valorizza attraverso innovazione e tecnica acquisite grazie alle lunghe esperienze lavorative in varie parti del mondo; infine, il giovane Dario Pandolfo, chef di Cala Luna di Cefalù (PA), presenta ricette ispirate allo street food e ai piatti della tradizione siciliana, senza dimenticare i classici internazionali serviti nei più importanti hotel del mondo: ne risulta una cucina semplice, contemporanea, attenta alla sostenibilità, dove ogni singolo ingrediente risulta valorizzato.