Italy

Bressanone e il suo “oro blu”

Il 22 marzo la località altoatesina celebra la Giornata mondiale dell’acqua, elemento protagonista del Water Light Festival che dal 24 aprile al 12 maggio trasforma strade e piazze in un’opera d’arte luminosa

Piazza Duomo a Bressanone - foto H. Moling, Brixen Tourismus
Piazza Duomo a Bressanone. Foto H. Moling, courtesy Brixen Tourismus

Il prossimo 22 marzo si celebrerà la Giornata mondiale dell’acqua, istituita dalle Nazioni Unite nel 1992 allo scopo di sensibilizzare le istituzioni e l’opinione pubblica di tutto il pianeta sulla necessità di un utilizzo responsabile di questo bene indispensabile alla vita. In occasione di questo importante appuntamento, la città altoatesina di Bressanone – che vanta una ricca storia, architetture incantevoli e dintorni con una natura spettacolare – lancerà una campagna di sensibilizzazione per residenti e ospiti, sottolineando l’importanza del risparmio dell’“oro blu” anche in vacanza.

Riversurf Brixen. Courtesy Brixen Tourismus

Praticare il surf a pochi passi dalle vette
Tra gli elementi che rendono unica questa località c’è appunto l’acqua che ha un ruolo fondamentale nella vita quotidiana e nella cultura locale. A cominciare dal fatto che l’abitato si trova alla confluenza di due fiumi, Rienza e Isarco: lungo quest’ultimo, il gruppo Riversurf Brixen è il punto di riferimento di chi vuole seguire virate, torsioni e salti spettacolari sulla tavola grazie alle corde elastiche attaccate al ponte Lido.

Fontane e sorgenti
Sempre a proposito di acqua non si possono dimenticare le sedici fonti che alimentano le numerose fontanelle disseminate per Bressanone e la sorgente dell’acqua minerale Plose, riconosciuta tra le migliori del mondo, che sgorga dalle montagne circostanti e contribuisce alla reputazione della città come custode di risorse idriche di qualità.

Foto Alex Flitz, courtesy Brixen Tourismus

Percorso Kneipp e cascate spettacolari
Da non perdere, nelle vicinanze, il più antico impianto Kneipp dell’Alto Adige, recentemente rinnovato e ampliato e costruito sul Rio di Scaleres, sopra Varna: lungo le rive del torrente ci si può dedicare all’idroterapia, mentre i bambini possono intrattenersi nel vicino parco giochi o in un piccolo labirinto. Nelle calde giornate estive si trova conforto facendo un bagno rinvigorente nei cristallini Laghi gelati, raggiungibili con un’escursione che conduce in fondo alla Valle di Scaleres. In alternativa, c’è il Lago Pontelletto, nelle Alpi Sarentine, meta di un percorso che parte dalle località Le Cave, a nord di Fortezza: faticoso, ma di una bellezza naturale unica. O ancora, le Cascate di Barbiano, alte 85 metri e circondate da boschi di castagni: il periodo più adatto per visitarle è tra aprile e maggio, quando si scioglie la neve delle cime più alte e si sente il rumore tonante e potente dell’acqua che si schianta contro le rocce.

Refill your bottle
Un altro progetto importante a Bressanone è Refill your bottle: questa iniziativa promuove l’utilizzo sostenibile dell’acqua incoraggiando le persone a riempire le proprie borracce presso le fontanelle pubbliche sparse per la città o in montagna, riducendo così l’uso delle bottiglie di plastica monouso.

Il Water Light Festival e la sostenibilità
Ma “l’oro blu” a Bressanone non è solo un bene naturale essenziale: in primavera diventa infatti protagonista del Water Light Festival ©, un evento che coinvolge artisti di tutto il mondo e celebra appunto la magia dell’acqua – e l’importanza di preservare e rispettare le risorse idriche – attraverso uno spettacolo di luci e suoni che trasformerà la città in un’opera d’arte illuminata. Più precisamente, dal 24 aprile al 12 maggio 2024 le sponde del fiume Isarco, le fontane e i luoghi d’acqua si animeranno la sera a Bressanone (dalle 21 alle 24) e durante il giorno nella vicina Abbazia di Novacella con proiezioni luminose, installazioni interattive e spettacoli immersivi di luce e video riguardanti storie legate all’acqua, dalla sua importanza storica al suo ruolo fondamentale per mantenere in buona salute tutto l’ecosistema del pianeta.

Foto courtesy Brixen Tourismus

Promuovere la consapevolezza ambientale
Senza contare che tutte le opere di light art promuoveranno la consapevolezza ambientale mettendo in evidenza temi come il cambiamento climatico, la potenzialità del riciclo artistico di materiali, il green washing e lo scioglimento dei ghiacciai. Per garantire che tutte le installazioni del festival abbiano un impatto sostenibile, viene utilizzata esclusivamente energia verde. Allo stesso tempo, per i pochi materiali stampati viene utilizzata una stampa a emissioni zero di CO2. A tal fine, viene incrementata anche la mobilità pubblica, ad esempio con autobus urbani aggiuntivi e una cooperazione con ÖBB e DB per gli ospiti provenienti dalla Germania e dal resto dell’Italia. I viaggiatori DB con destinazione Bressanone ricevono inoltre uno sconto sul biglietto d’ingresso al festival.

Informazioni:
www.waterlight.it

Bressanone
24 aprile – 12 maggio 2024
Lun – domenica: ore 21-24

Ticket: per 3 location (Hofburg, Giardino dei Signori e Biblioteca Civica)
Adulti: 12 €
Bambini (minori di 15 anni): 0 €

Visite guidate: tutte le sere
Luogo d‘incontro: ore 21:30 presso biglietteria in Piazza Palazzo Vescovile (prenotazione necessaria)
Adulti e bambini: 5 €