HOSPITALITY

Il GH Bristol Portofino Coast festeggia 120 anni

In occasione del suo 120 compleanno, il Grand Hotel Bristol Portofino Coast ha celebrato la ricorrenza con un grande spettacolo a bordo piscina e l’offerta gastronomica del nuovo chef Andrea Cannalire

Courtesy of GH Bristol Portofino Coast

Nuoto sincronizzato, trampolieri, live art performance, concerto di viola e pianoforte e un tributo a Mina, che era solita soggiornare qui durante le sue tournee. E, dopo il taglio della torta, uno spettacolo Le Burlesque e a concludere DJ set con musica by MarshMallow Duo con open bar. Il Grand Hotel Bristol Portofino Coast, cinque stelle membro di Small Luxury Hotels of the World, ha festeggiato così, con un evento in grande stile cui hanno partecipato clienti, partner, istituzioni e celebrities, il suo 120 compleanno. La sua storia è iniziata nel 1904 con la costruzione di un albergo in stile liberty sulla costa di fronte a Portofino, che si scorge da quasi tutte le 80 stanze e suite, dai ristoranti, dalla piscina e dalle terrazze di questo gioiello che si erge in mezzo alla rigogliosa natura mediterranea.

«L’idea di festeggiare questa ricorrenza è quella di far rivivere tramite le installazioni e le animazioni presenti, quello che sono stati i 120 anni di servizio, dedizione e poesia, tramite tutto quello che è passato e che passerà dal Grand Hotel Bristol», afferma Riccardo Bortolotti, General Manager Grand Hotel Bristol. «Una serata evento che racchiude tutti i simboli di quello che è un ensemble di Dolce Vita, un concetto timeless e placeless, il dolce vivere all’italiana».

GH Bristol Portofino Coast © R. Nicosia

L’offerta gastronomica
Il fil rouge dell’intrattenimento è stata l’offerta gastronomica che tra aperitivo di benvenuto, standing dinner a buffet e drink serali ha offerto la possibilità di gustare la cucina dell’Executive Chef Andrea Cannalire, moderna e creativa, che gioca con colori e sapori della tradizione italiana attraverso la reinterpretazione, in una sinfonia di freschezza e contemporaneità.
E lo chef brindisino Andrea Cannalire, che nel 2015 ha ottenuto 1 stella Michelin al ristorante Cielo di Ostuni, è una delle novità del 2024. Sua la responsabilità della proposta food di tutti i punti ristoro dell’hotel: il ristorante fine dining Le Cupole, situato al rooftop dell’albergo con un’incantevole vista su Portofino, il bistrot La Veranda, la pizzeria gourmet Flamingo Pool Bar&Pizzeria a bordo piscina e il ristorante del nuovo Marina di Bardi Beach Club, che è l’altra grande novità di quest’anno.

GH Bristol Portofino Coast – Crudo di mare a Marina di Bardi © R. Nicosia

La sua filosofia si basa sul concetto “less is more” dove la qualità delle materie prime, possibilmente a km Zero, e l’attenzione all’estetica svolgono un ruolo centrale. Nel menuà la carte del ristorante, Gamberi rossi al cioccolato bianco, albicocca, lime e geranio al limone, Risotto all’arancia con carpaccio di ricciola e salicornia, Sogliola con cime di rapa, croccante di spirulina e Umibudo, un’alga giapponese nota come caviale verde. Al suo fianco, dal 2024 la Pastry Chef Ilaria Castellaneta, che propone, tra le altre delizie, una Tartelletta di mais con caramello al frutto della passione e namelaka al cioccolato bianco, croccante al latte di cocco, crumble all’olio evo e sorbetto al mango.

Marina di Bardi Beach Club
L’altra grande novità del 2024 è la Marina di Bardi Beach Club, la spiaggia privata a 3 minuti di auto dall’hotel, raggiungibile anche con la navetta gratuita o via mare, inaugurata il 3 maggio. Aperto anche agli ospiti esterni, il Beach Club è composto da diversi ambienti: la spiaggia suddivisa fra una zona in riva al mare e una sulla terrazza dove si trova anche la piscina idromassaggio, il ristorante e il Sunset bar.

GH Bristol Portofino Coast – Il ristorante di Marina di Bardi © R. Nicosia

Il ristorante con cucina a vista si trova sulla terrazza superiore, e propone una cucina mediterranea con un’ampia varietà di piatti a base di pesce, dai prelibati plateau royal di crudo ai deliziosi assortimenti dell’oyster bar.
Il Sunset Bar è uno spazio dedicato a creare atmosfere avvincenti e coinvolgenti, con serate DJ set. La sua unicità è data dalla posizione panoramica, per vivere un’esperienza sensoriale e ammirare gli spettacolari colori del tramonto sullo sfondo di Portofino, con sottofondo musicale.

 

La filosofia
Originariamente gestito dalla famiglia Costa, il Grand Hotel Bristol è ora uno degli alberghi iconici del Gruppo R Collection che fa capo alla famiglia Rocchi, che ha riportato glamour e allure originali alla struttura in chiave contemporanea e ha operato un restyling che non riguarda solo gli spazi, ma soprattutto l’accoglienza, il mood, l’esperienza.

Le Erre Spa – Courtesy of GH Bristol Portofino Coast

Un concept che coinvolge i cinque sensi: la vista, che non riguarda solo il panorama ma anche l’arte, presente in diverse parti dell’albergo e alla galleria Nuar, l’udito con la collaborazione con il Sibelius Festival e diversi momenti dedicati alla musica, il tatto, quello delle mani sapienti della Erre Spa che propone i trattamenti di Cinq Mondes Spa, l’olfatto, con la fragranza creata appositamente per l’hotel che si chiama Portofino Forget Me Not, e infine il gusto con la cucina innovativa e allo stesso tempo semplice dello chef Cannalire.

Nuar Gallery – Courtesy of GH Bristol Portofino Coast

«Il nostro obiettivo – afferma Ludovica Rocchi, Brand Director – è garantire un modello di ospitalità esperienziale all’ospite in sintonia con l’anima, la storia, i profumi e i sapori del territorio con proposte esclusive che possano sorprenderlo. La centralità dell’ospite è il tratto distintivo della nostra ospitalità. La nostra accoglienza è italiana e su misura. Vogliamo trasmettere lo stile di R Collection Hotels, il “True Italian Heritage».

La facciata liberty all’ora del tramonto – Courtesy of GH Bristol Portofino Coast