DESTINATIONS

Fascino di confine

Eleganza liberty, grandi mostre e passeggiate tra i sapori mitteleuropei, un weekend di primavera per scoprire Trieste e il Carso

Un weekend a Trieste nel periodo pasquale, per vivere la città fra storia, cultura, relax all’aria aperta, e le tradizioni e l’enograstronomia pasquali dal sapore mitteleuropeo. 

Nel centro storico pedonale passeggiare ammirando l’eleganza dei palazzi neoclassici e liberty e poi fermarsi nei caffè storici triestini antichi di quasi due secoli e per la loro unicità tutelati dalle Belle Arti.


In questo periodo la città ospita tre grandi mostre. 

Al Museo Revoltella, fino al 30 giugno, la mostra dedicata ad Antonio Ligabue, con oltre sessanta opere. Viaggio di un artista italianp del ‘900 che con la sua irrequietezza espressionista riesce ancora oggi a penetrare nelle anime di chi ammira le sue opere. 

Sempre al Museo Revoltella, a partire dal 22 febbraio 2024, la grande mostra su Vincent Van Gogh, con una selezione di oltre cinquanta opere provenienti dal Museo Kröller-Müller di Otterlo.

Infine, dal 29 febbraio il Salone degli Incanti di Trieste la mostra “Sebastião Salgado. Amazônia”, a cura di Lélia Wanick Salgado e con la composizione musicale di Jean-Michel Jarre, un’immersione totale nella foresta amazzonica alla scoperta dell’immensa natura che la contraddistingue e della vita quotidiana delle popolazioni indigene.

A Pasquetta una passeggiata al Carso con sosta in una osmize – vera istituzione del Carso transfrontaliero – case contadine e cantine private che per pochi giorni all’anno aprono, offrendo formaggi, salumi, uova sode di produzione propria e vino di casa, da gustare nei cortili, nei vigneti e nei giardini eccezionalmente aperti al pubblico. Il nome viene dalla parola slovena osem, otto, che indicava il numero di giorni di apertura un tempo previsti per legge a queste attività per vendere al pubblico i propri prodotti.

La loro origine risale   al 1784, quando l’imperatore Giuseppe II d’Asburgo emanò un editto che consentiva ai contadini la vendita a terzi dei prodotti di propria produzione. Le abitazioni interessate dovevano esporre una frasca – pena la confisca della merce. La tradizione è rimasta e con l’arrivo della bella stagione il Carso si popola di tralci di edera e allegre frecce rosse ad ogni incrocio. 

Per gli amanti della natura il Civico Orto Botanico Trieste, fondato nel 1842 riapre i cancelli il 1° aprile con visite a tema:  piante magiche, orto dei veleni, giardino dei semplici, piante tintori e passeggiate Shakespeariane. 

A Trieste dall’8 al 10 Marzo presso il Porto Vecchio l’evento Olio Capitale presso il raduna centinaia di produttori di olio extravergine di oliva provenienti da tutte le regioni olivicole italiane e dall’estero. Mentre  il 28 marzo presso l’Hotel Hilton di Trieste, Teranum è il festival internazionale dal forte valore simbolico per scoprire i vini rossi del Carso. 

Per maggiori informazioni: https://www.discover-trieste.it/.