HOSPITALITY

Design e tradizione

Tra storia e novità, l’Ibis Styles Sarajevo è il luogo ideale per un soggiorno sofisticato nella capitale bosniaca

Negli ultimi anni la capitale bosniaca è balzata ai primi posti delle classifiche delle destinazioni turistiche imperdibili dai viaggiatori nei Balcani. Nonostante la sua tragica storia recente, infatti, la città ha saputo rimettersi in piedi e mostrare al mondo le sue bellezze architettoniche e la sua importanza dal punto di vista storico. Non solo per quanto riguarda gli avvenimenti relativi al conflitto degli anni Novanta, ma anche quelli antecedenti, come i Giochi Olimpici Invernali del 1984. Proprio questo evento, ha ispirato lo studio di design MIXD nella realizzazione degli interni dell’Ibis Styles di Sarajevo. L’hotel, parte della catena alberghiera AccorHotels, ha trovato spazio in un edificio preesistente e in un nuovo grattacielo per un totale di quindici piani.

All’ultimo piano, l’Igman Bar offre le viste migliori sulla città e il monte, utilizzato durante le Olimpiadi per alcune gare, da cui prende il nome. Tutti gli spazi comuni sono collegati al grande evento di Sarajevo: dal ritratto di Vucko, mascotte ufficiale, alle illustrazioni con sfondo invernale dell’artista polacco Karol Banach, fino ai materiali utilizzati per l’arredo -cemento grezzo, legno lavorato a mano, sedute ricavate da tavole da snowboard appese al soffitto come altalene. A questi si accostano anche elementi della tradizione bosniaca -motivi etnici, patterns geometrici, tappeti- creando una combinazione unica di antico e moderno. Tutto è studiato nel minimo dettaglio.

Oltre alle camere, comode e spaziose, e al lounge bar, l’Ibis Styles Sarajevo possiede anche un centro Spa, il Chill Café e il ristorante 1984, l’indirizzo contemporaneo da segnarsi in agenda che propone una cucina ricercata con l’obiettivo di far riscoprire ai sarajevesi, e per la prima volta ai visitatori, alcuni piatti tipici della Bosnia ed Erzegovina influenzati, però, da sapori moderni. La proposta culinaria varia al cambiare delle stagioni, ma c’è un piatto, quasi un’istituzione, sempre presente sulle tavole del ristorante: la zuppa del Bej, a base di pollo, verdure e okra, una pianta esotica molto presente nella cucina balcanica. Il menù del ristorante è un mix perfetto di tradizione e influenze moderne. Proprio come tutta la struttura. E come la stessa Sarajevo.

Ibis Styles Sarajevo
Dzemala Bijedica St 169 A, Sarajevo, Bosnia ed Erzegovina
tel. +387 33 483-900
Sito web: ibis-styles-sarajevo.ba/