HOSPITALITY

Dal Grand Tour alla Dolce Vita

Residenza ottocentesca della famiglia Torlonia e sosta elegante delle élite internazionali, l’Hotel d’Angleterre rinnova il suo fascino

L’Hotel d’Inghilterra a Roma sin dall’Ottocento fu luogo prediletto dalle élite internazionali per la sua magnifica posizione, e l’innata eleganza dei suoi interni. Costruito da Antonio Sarti come abitazione provvisoria dei Torlonia nel 1842, in attesa della trasformazione della loro residenza principale, poi divenne la foresteria per gli ospiti del palazzo. Nel 1845, fu convertita in un albergo con il nome Hotel d’Angleterre. Tra gli ospiti illustri, il poeta inglese romantico John Keats, che qui trascorse gli ultimi anni della sua breve esistenza, e i connazionali Byron e Shelley, ma più tardi anche Henry James, Elizabeth Taylor, Gregory Peck ed Ernest Hemingway durante gli anni della Dolce Vita.

L’Hotel d’Angleterre è nella Starhotels Collezione, ed è stato recentemente oggetto di importanti lavori di ristrutturazione che hanno coinvolto il restauro degli esterni e della facciata storica tutelata dalle Belle Arti, e dato nuovo splendore alle camere ed alle top suite. Un progetto di restyling che ha mantenuto il carattere e il fascino di questo albergo storico, già meta dei viaggiatori del Grand Tour ottocentesco. Gli spazi rinnovati esprimono l’unicità del luogo in un equilibrio tra antichità e contemporaneità. Nelle suite rinnovate, i pezzi d’antiquariato che da sempre sono parte della collezione dell’hotel e raffinati elementi del design Made in Italy secondo le linee guida di Starhotels.
Nella nuova Penthouse Suite all’ultimo piano dell’hotel, una magnifica terrazza di 70mq con vista panoramica a 360°.

A questa recente ristrutturazione seguirà, alla fine del 2023, il rinnovamento delle restanti camere e delle aree comuni, a cui si aggiungeranno una intima spa ed un rooftop bar, che renderà ancora più affascinante l’atmosfera dell’Hotel d’Inghilterra, un albergo che da secoli è considerato speciale nella dai suoi ospiti.