DESTINATIONS

Bruxelles con i bambini: 5 cose da fare nella capitale d’Europa

Parchi, fumetti, esposizioni interattive e street art: Bruxelles è la destinazione perfetta da scoprire con i bambini, in qualsiasi stagione dell’anno

©visit.brussels/Jean-Paul Remy

Non capita quasi mai di vedere Bruxelles nella classifica delle capitali europee da visitare con i bambini. La città, infatti, è quasi esclusivamente associata alle istituzioni europee, non è famosa né bella come Roma, Vienna o Parigi e il clima non è tra i migliori per sceglierla come meta per un weekend di svago in famiglia. Eppure, tra le sue strade si nascondono numerosi musei, esposizioni interattive, parchi, street art e fumetti ideali per intrattenere i piccoli esploratori e fargli vivere esperienze indimenticabili. Ecco, dunque, 5 cose da fare a Bruxelles con i bambini.

Ammirare gli scheletri dei dinosauri all’Istituto delle Scienze Naturali

La più grande galleria dei dinosauri d’Europa si trova proprio a Bruxelles: nell’Istituto delle Scienze Naturali dove sono custoditi scheletri dei famosi iguanodonti di Bernissart rinvenuti pressoché completi nell’omonima miniera di carbone a poco più di un’ora di distanza dalla capitale belga alla fine del XIX secolo, T. Rex, Triceratops, Diplodocus e altre 34 specie di dinosauri. Non solo: le sue sale offrono esperienze multimediali e interattive su circa 400 specie di animali, corpo umano, terra ed evoluzione dell’uomo.

Apprendere la storia dell’Europa alla House of European History

Questo museo è uno dei più interessanti da visitare insieme ai bambini durante un weekend a Bruxelles. Ospitata nel palazzo Eastman, gioiello dell’Art Déco, all’inizio del Parc Leopold, la House of European History è un’esposizione permanente e gratuita che guida i visitatori grandi e piccini attraverso i momenti salienti della storia europea. Una guida multimediale consente di interagire con la mostra, mentre per i bambini sono previste attività speciali per comprendere meglio la storia dell’Europa e la consegna di un passaporto del viaggiatore.

©visit.brussels/Sophie Voituron

Ammirare gli eroi dei fumetti al Centro Belga del Fumetto

Nel cuore di Bruxelles, il Centro Belga del Fumetto è la tappa imperdibile per gli appassionati di questo genere di medium: dai Puffi a Tintin, da Lucky Luck a Gaston Lagaffe, questo centro espositivo, ospitato in uno dei più affascinanti edifici Art Nouveau della capitale belga, opera del grande Victor Horta, è il regno degli eroi dei fumetti belgi. Oltre al museo, vale la pena percorrere anche il Comic Strip Trail, il percorso alla scoperta dei murales di Bruxelles dedicati ai protagonisti dei fumetti.

©Mini Europe

Visitare i Paesi dell’Unione Europea nel Parco Mini Europe

Ai piedi dell’Atomium, l’enorme costruzione in acciaio realizzata in occasione dell’Esposizione Universale di Bruxelles del 1958 e divenuta il simbolo della città, il parco Mini Europe offre l’occasione per fare un viaggio in tutta Europa restando nella capitale belga. Un itinerario che dalla Torre Eiffel a quella di Pisa conduce alle terme di Budapest fino al Vesuvio e oltre.

Scoprire lo Zoo di Planckendael

Chi ha un giorno in più a disposizione, può approfittarne per visitare lo Zoo Planckendael, a 30 km da Bruxelles. È il terzo zoo più grande d’Europa per numero di specie, nato nel 1956 come branch di quello di Anversa e inizialmente utilizzato come rifugio per animali feriti e malati per poi diventare col tempo un giardino zoologico a tutti gli effetti. Tra boschi, canali e corsi d’acqua si osservano gli animali e, fino al 7 gennaio, anche i dragoni e gli unicorni illuminati in occasione del Light Festival invernale.

©Zoo Planckendael