EVENTS

Villa Erba narrata da Anna Gastel per Orticolario

La nipote di Luchino Visconti racconta sulla piattaforma The Origin la villa della sua famiglia

Villa Erba nei primi anni del Novecento

Fare cultura del territorio per conoscere le storie dietro ai luoghi: questa la filosofia di Orticolario, la manifestazione dedicata a chi vive la natura come stile di vita. Arrivata alla dodicesima edizione, la manifestazione nel 2020 e nel 2021 si è svolta in forma virtuale sulla piattaforma The Origin, in attesa di ritornare in presenza nel 2022.

Chi negli anni scorsi non ha avuto la fortuna di partecipare agli eventi, ai laboratori e agli incontri che da sempre fanno cornice ai 290 espositori, con The Origin ha adesso la possibilità di visitare virtualmente in 3 D Villa Erba e il suo meraviglioso parco. La Villa Antica, chiamata ‘Villa Grande’ in famiglia, fu costruita alla fine dell’Ottocento dai nonni di Luchino Visconti di Modrone, Luigi Erba e Anna Brivio, su un giardino interamente pianeggiante sull’acqua, quasi una terrazza sul lago.

Anna Gastel, nipote del regista e presidente del Festival Internazionale MiTo SettembreMusica, racconta in esclusiva per Orticolario la storia della villa e della famiglia del regista, mentre si “passeggia” sala dopo sala fino alle segrete e al parco, seguendo un percorso numerato tra curiosità inedite di carattere storico, architettonico e immagini di archivio. Così si possono respirare momenti di vita realmente vissuta dal giovane Luchino, ancora lontano dalla fama: per esempio mentre si arrampicava sul platano accanto al pontile o quando cercava invano attenzioni dal padre immerso nella lettura.

Anna Gastel

“Diceva Luchino: Villa Erba è una casa che noi amiamo molto, una vera villa lombarda, tanto cara. Ci riuniremo tutti là, fratelli e sorelle e sarà come al tempo in cui eravamo bambini e vivevamo all’ombra di nostra madre”, – narra Anna Gastel. “La tradizione è rimasta immutata anche per la mia generazione e noi sette fratelli Gastel abbiamo vissuto con i nostri cugini in un unico, grande giardino diviso solo idealmente da piante e fiori secondo il volere testamentario di Guido Visconti di Modrone, fratello maggiore di mia madre ed erede unico dell’intero complesso di Villa Erba, alla morte della madre Carla”.

“Sono stata felice di accettare l’invito dell’amico Moritz Mantero, presidente di Orticolario, e prestare la mia voce al racconto puntuale e veritiero della ‘Villa Grande’ – continua Anna Gastel. Si ama e si difende con convinzione ciò che si conosce, dunque, conservare e raccontare con amore ed emozione i luoghi di coloro che ci hanno preceduto è il modo migliore per onorarne la memoria e tramandarne i valori, in una parola per non dimenticare”.

Una proposta concepita per un modo di viaggiare colto e lento – spiega Anna Rapisarda, curatrice di Orticolario – per conoscere la storica dimora attraverso un’esperienza interattiva e immersiva”. È possibile accedere alla visita guidata dalla sezione The Origin del sito www.orticolario.it.

La sala da ballo di Villa Erba