EDITORIAL

La Ciclovia del Sole

Il 13 aprile si inaugura un nuovo tratto di ciclabile tra Mirandola e Sala Bolognese, 46 km lungo la vecchia ferrovia Bologna-Verona, che si aggiungono agli oltre 7000 che collegano Capo Nord a Malta

Eurovelo 7, la grande arteria cicloturistica paneuropea che parte da Capo Nord e percorre il continente per oltre 7000 km, si arricchisce di un nuovo tratto. Il 13 aprile si inaugura infatti la Ciclovia del Sole che attraversa 8 comuni, tra Mirandola e Sala Bolognese, lungo l’ex ferrovia Bologna-Verona. Grazie all’apertura di questo nuovo tratto, la pista sarà di fatto percorribile da Bolzano a Bologna mentre sono già finanziate e in parte realizzate alcune parti tra Bologna e Firenze.

L’apertura di questa nuova arteria, infatti, contribuirà ad arricchire ulteriormente l’offerta di Bologna e specialmente della sua pianura, che negli anni è stata attrezzata per facilitare la scoperta del territorio, favorendo un turismo slow e sostenibile. Per raccontare la natura che si può esplorare in città e nei suoi dintorni, nel 2019 è nato l’ufficio turistico eXtraBo, che distribuisce materiali, mappe, itinerari a piedi e in bici.

I numeri della Ciclovia del Sole

Il progetto della Verona-Bologna-Firenze riguarda 392 km (di cui 154 km in Emilia- Romagna e 120 km nella città metropolitana di Bologna), che si inseriscono in una delle più importanti ciclabili europee (Eurovelo 7 da Capo Nord a Malta per 7.400 km complessivi).

Per il tratto Mirandola-Osteria nuova (Sala Bolognese), 46 km tra la pianura bolognese e modenese, i lavori  sono durati due anni, dalla primavera del 2019 al 13 aprile 2021, per un totale di 5 milioni spesi. La ciclabile attraversa 8 comuni: Anzola dell’Emilia, Camposanto, Crevalcore, Mirandola, Sala Bolognese, San Felice sul Panaro, San Giovanni in Persiceto e Sant’Agata Bolognese.