DESTINATIONS

Warm Winter: l’inverno caldo di Pola

La riviera di Medolino e la città di Pola sono destinazioni ideali per le vacanze -anche invernali- grazie alle numerose cose da vedere e alle tante attività da fare. Da segnare in agenda per il prossimo viaggio

©Ente turistico di Pola

Nella punta meridionale dell’Istria, grazie alle oltre 2300 ore di sole all’anno, la città di Pola e la riviera di Medolino sono destinazioni ideali per le vacanze, anche autunnali e invernali. Tappe da segnare in agenda per quando -si spera il prima possibile- sarà possibile tornare a organizzare in tutta tranquillità il prossimo viaggio. L’Ente Nazionale Croato per il Turismo ha ideato la promozione Warm Winter (caldo inverno), con l’obiettivo di presentare queste mete, insieme a tutte le ricchezze naturali e culturali che offrono -e alle ottime strutture ricettive (non solo hotel, ostelli e appartamenti, ma anche due nuovi campeggi, Arena Stoja e Arena Grand Kažela dell’Arena Hospitality Group, che offrono agli ospiti comfort e divertimento)- come luoghi ideali e sicuri per trascorrere una vacanza anche nella stagione fredda.

©CNTB/Ivo Biocina

Le ragioni per visitare questa zona sono tante: la città di Pola, con la sua storia millenaria, gli incantevoli borghi della riviera, tra cui Medolino, Premantura, Banjole, Pješčana uvala, Pomer e Vinkuran, la natura rigogliosa e il mare cristallino, ammirabili durante tutto l’anno grazie ai numerosi percorsi pedonali e ciclabili realizzati lungo la costa. E poi i meravigliosi parchi naturali, tra cui il Parco Naturale Kamenjak, entro i cui confini vivono animali protetti tra cui il cavalluccio camuso, la nacchera e i molluschi bivalvi, il Parco-bosco Siana, luogo di ritrovo sin dall’epoca austro-ungarica, e il Parco Nazionale delle isole di Brioni che, oltre alla loro ricca natura, costituiscono un museo all’aria aperta.

©TZ Pula

In quanto a cultura, non manca niente: Pola è un gioiellino in pietra ricco di tesori storici, come l’anfiteatro Arena, il Tempio di Augusto e il Palazzo Comunale dell’epoca veneziana posto nell’antico Foro Romano, l’Arco dei Sergi, la Porta Gemina e quella di Ercole. Le gallerie d’arte, il Museo d’Arte Contemporanea e il Museo Storico e Navale dell’Istria ubicato nella fortezza veneziana Kaštel. Poi, il Casinò della Marina, lascito dell’impero austro-ungarico, oggi conosciuto come Casa dei difensori croati, e l’antica fortezza Verudela, con la sua storia lunga 130 anni, ora location dell’Acquario di Pola. Vale la pena dedicare un po’ del proprio tempo anche alla visita di Medolino, con il Parco Archeologico Vizula e il Malin, il mulino simbolo della cittadina, costruito 140 anni fa, ristrutturato in tempi moderni e ancora attivo. Non si può dire di essere stati veramente in Istria senza aver assaporato alcuni piatti della sua ricca gastronomia tradizionale: dai sapori tipici, come i piatti a base di gnocchi, pljukanci, fuži o il prosciutto istriano, alle eccellenti specialità di pesce e tartufi dell’entroterra, fino alla cucina moderna, è impossibile rimanere delusi dai gusti istriani. Senza dimenticare, infine, di acquistare qualche bottiglia di olio d’oliva istriano, premiato a livello mondiale, o di vini locali, come la Malvasia e il Teran. Per portarsi a casa un po’ di Istria.

Per info:
www.pulainfo.hr,
www.arenacampsites.com/it