CRUISE

Mini vacanze in crociera subito

Costa Crociere lancia gli itinerari brevi per chi vuole un’immediata via d’uscita per Natale e Capodanno. Fino al 21 febbraio 2021

Anche se dobbiamo rimandare i grandi viaggi a tempi migliori, si può cominciare a pensare alle prime vacanze, seppur vicine e brevi. Dal 7 gennaio (e fino al 21 febbraio) riprendono le crociere nel Tirreno con itinerari di 3, 4 o 7 giorni, da nord a sud. La formula è flessibile per permettere a tutti, da tutta Italia, di concedersi una piccola parentesi di svago.

La minicrociera di quattro giorni è diretta verso sud, con scali a Civitavecchia/Roma, Napoli, Messina e Cagliari. Quella di tre giorni punta nord, e prevede visite a Civitavecchia, La Spezia e Savona. E ovviamente si può prenotare l’intero itinerario, imbarcandosi dai porto più vicino a casa.

Ma la prima domanda che tutti si porranno nell’ipotesi di partire per una crociera riguarda la sicurezza. In tempi di Covid-19, la paura si può superare solo con garanzie specifiche, come un centro medico e personale di bordo formato per affrontare eventuali emergenze. Costa ha adottato un protocollo sanitario molto rigoroso (https://www.costacrociere.it/ripartiamo-insieme/la-tua-salute-a-bordo.html), sia a bordo che al terminal, che riguarda ogni fase e luogo del viaggio, a cominciare dalla riduzione dei passeggeri per consentire più spazio individuale, agli imbarchi scaglionati e all’obbligo di tenere le distanze di sicurezza, anche grazie a una segnaletica a terra, e di indossare le mascherine negli spazi comuni. Il personale è stato formato sui nuovi protocolli di sicurezza, e il centro medico è stato potenziato con dottori preparati ad affrontare emergenze da Covid. A bordo, la sanificazione è ripetuta più volte al giorno, e i servizi si prenotano tramite app, evitando al minino lo scambio interpersonale: per esempio, si sceglie la fascia oraria per i pasti, e si ordina con QR Code al tavolo. Inoltre, equipaggio e ospiti sono sottoposti a tampone prima della partenza e al controllo della temperatura dopo ogni visita delle destinazioni: si può scendere solo per partecipare alle escursioni organizzate per gli ospiti, altrimenti si resta a bordo.

Si viaggia sulla “Smeralda”, l’ammiraglia di Costa Crociere inaugurata lo scorso febbraio 2020, che ospita una Spa, bar a tema e 16 ristoranti di cui uno gourmet firmato da Bruno Barbieri, cuoco e celebrità, che propone menù ispirati alla regione dove si fa scalo, per esempio trenette al pesto prima di arrivare a Savona e panzanella prima di Civitavecchia. Oltre ai consueti intrattenimenti, come il casinò, il teatro, le piscine, a bordo si visita un museo del design italiano (https://www.costacrociere.it/costa-smeralda-nuova-ammiraglia/design-collection.html), il primo al mondo di questo genere, con pezzi iconici, dalla poltrona sacco di Fantozzi alla Vespa di Vacanze Romane. Nel suo insieme, la nave è stata concepita come tributo all’Italia, compresi gli interni curati da Adam Tihany, designer di lussuosi alberghi con studio a New York ma un legame speciale con l’Italia dove si è laureato in architettura.

Il museo del design italiano, il primo al mondo a bordo di una nave. La Costa Smeralda di Costa Crociere è di per sé una nave di design, firmata dall’architetto Adam Tihany, che ha nel suo portfolio di progetti anche il ristorante del Belmond Hotel Cipriani a Venezia e del Four Seasons di Abu Dhabi.

Costa Smeralda è una sorta di “smart city” galleggiante, che adotta tecnologie e concetti di economia circolare per ridurre l’impatto ambientale. Sono state azzerate le emissioni di ossidi di zolfo e particolato (95-100%); l’ossido di azoto è diminuito dell’85% e la CO2 del 20%. Inoltre il fabbisogno idrico è totalmente soddisfatto con acqua di mare dissalata, il consumo energetico è ridotto al minimo e la raccolta differenziata riguarda il 100% dei rifiuti.

Data la situazione di emergenza, non si prenota a cuor leggero temendo che qualche improvviso contrordine governativo o di salute faccia saltare anche una piccola vacanza vicino a casa. Per agevolare i viaggiatori, la compagnia consente di cancellare il viaggio senza penali fino a 15 giorni prima della partenza. Avrà poco di esotico, ma l’Italia, lo abbiamo già imparato dalla scorsa estate, ha davvero tante sorprese da riservare, a terra come dal mare.