DESTINATIONS

Nasce Federmep, la prima associazione italiana del settore wedding ed eventi

In piena pandemia, gli operatori di un settore leader a livello mondiale si uniscono per affrontare lo stato di crisi. Ed è l’occasione per rappresentare un mercato che da solo porta al turismo oltre 15 miliardi di euro all’anno

Matrimonio country alla Pescaia Resort, nella campagna toscana.

Lunedì 4 maggio, primo giorno della fase 2 della pandemia da Covid 19, è stata fondata Nasce Federmatrimoni ed Eventi Privati (www.federmep.it), la prima in Italia con l’ambiziosa ambizione di rappresentare e riunire sotto un’unica sigla gli oltre 50.000 operatori di una filiera di aziende interamente italiana, la maggior parte dei quali liberi professionisti e piccole imprese: wedding planner, events producers, location, catering, fotografi e videografi, fioristi, scenografi, service audio e video, make up artist e hair stylist, musicisti, DJ e molte altre categorie. Si tratta di uno dei settori più fiorenti dell’industria turistica italiana, che vale oltre 15 miliardi di euro. Come spiega Tommaso Corsini, proprietario di Corsini Events (corsinievents.com) in Toscana, «Ogni anno nel nostro Paese si celebrano 195mila matrimoni, ai quali ne vanno aggiunti altri 9mila degli stranieri che vengono a sposarsi nelle nostre romantiche destinazioni. Sono numeri che fanno dell’Italia leader mondiale almeno nel destination wedding. Se poi si aggiungono gli eventi organizzati ogni anno, arriviamo a  400mila appuntamenti per committenti privati».

Quest’anno è andato tutto a rotoli. Con lo shock da pandemia la programmazione del 2020 è saltata, con 300mila eventi cancellati in poche settimane. Il comparto è in una crisi tale che se anche il Governo desse il permesso di ricominciare le attività a luglio, cosa ovviamente impossibile, si calcola una perdita minima intorno all’80-85% e in alcuni casi del 100%. I danni del Covid-19 sono paragonabili a un disastro naturale, in quanto già oggi molte aziende del comparto hanno visto falcidiare dall’80% al 100% del fatturato rispetto all’anno scorso. E per questa ragione, la Presidente di Federmep Serena Ranieri, chiede a nome degli associati un tavolo di lavoro governativo per discutere provvedimenti urgenti e specifici, che vanno dalle tempistiche di ripartenza e dei protocolli sanitari al rilancio del mercato, soprattutto verso l’estero.