HOTEL, SPA & CO

Prima la ricerca sul vaccino, poi le vacanze in Costiera

Quattro hotel di lusso e un ristorante storico vendono voucher per un soggiorno in Costiera Amalfitana. Il guadagno va alla cura del Coronavirus

Vista della Costiera Amalfitana dall’Hotel Santa Caterina, Amalfi.

L’Hotel Santa Caterina, il San Pietro, Le Sirenuse, Palazzo Avino e il ristorante Don Alfonso 1890 si sono uniti per una raccolta fondi da devolvere alla ricerca di un vaccino contro il Covid 19. L’iniziativa prevede la vendita di 40 voucher da 5000 euro, ciascuno dei quali corrisponde a un soggiorno di due notti per due persone in uno dei cinque stelle lusso suddetti, più due pranzi e una cena nei rispettivi ristoranti stellati Michelin, e una cena al Don Alfonso 1890, che di stelle ne ha due.

Per acquistare i voucher bisogna contattare uno degli hotel suddetti, ed effettuare il bonifico all’iban IT36 G030 6909 6061 0000 0067 055 intestato a Fondazione Melanoma Onlus, con causale “prenotato”. Quindi, bisogna spedire via mail la ricevuta del bonifico all’hotel, che provvederà ad emettere il voucher.

Da 15 anni, la Fondazione Melanoma e la Fondazione G. Pascale collaborano con il tecnopolo Takis s.r.l. per lo sviluppo di nuovi farmaci per il melanoma e malattie virali. In questa occasione, hanno messo la propria esperienza a disposizione dell’emergenza Coronavirus. Grazie alla collaborazione con l’Istituto Spallanzani di Roma, l’obiettivo è creare un vaccino campione entro metà aprile, da candidare allo sviluppo e alla sperimentazione sulle persone. Un processo lungo e costoso, a cui contribuiranno i 200.000 euro raccolti con i voucher.