EVENTS

Luce e poesia a Portofino

Nella celebre località ligure è appena stata inaugurata un’opera artistica che, grazie alle parole, alla musica e all’illuminazione hi-tech, sottolinea l’importanza della bellezza e della sostenibilità per la salvaguardia del Pianeta

Non è sempre vero che, come cantava Enrico Ruggeri, «il mare d’inverno sembra un film in bianco e nero visto alla tv». Per convincersene basta fare un salto a Portofino, incantevole borgo della Riviera ligure di Levante, dove fino al 6 gennaio, al sopraggiungere della sera, nello specchio di mare di fronte alla celeberrima Piazzetta “brilla” Mondo Terracqueo, un’originale opera artistica creata dallo scultore Marco Nereo Rotelli sapientemente illuminata grazie alla collaborazione con Banci, azienda leader nelle soluzioni di illuminotecnica di alto livello.

Collocata nel mezzo di una passerella galleggiante sulle acque del porto e percorribile dal pubblico, Mondo Terracqueo è una sfera d’acciaio alta 2,5 metri che porta incisi a fuoco versi, donati da grandi poeti contemporanei di tutto il mondo, dedicati al mare e al nostro Pianeta. All’interno della sfera stessa – parte di un progetto culturale promosso dal Comune di Portofino in collaborazione con Geometry Global Italy e il contributo scientifico dell’Acquario e Fondazione Acquario di Genova – alcuni monitor diffondono informazioni sullo stato di salute del mare, fornite dall’Acquario stesso e accompagnate dalla musica creata da Alessio Bertallot, DJ e conduttore radiofonico.

Come spiega Matteo Viacava, sindaco della località ligure, «con l’avvio del progetto Mondo Terracqueo iniziamo, insieme a Geometry Global Italy, un percorso che si propone di destare nell’opinione pubblica una nuova consapevolezza della bellezza e del valore di Portofino come modello di coesistenza tra uomo e mare e tra vocazione turistica e tutela dell’ecosistema». Dunque, non solo meta del jet set internazionale e dei viaggi d’élite, ma località a grande vocazione ambientale e punto di riferimento del turismo sostenibile (basti pensare che qui siamo nel cuore del meraviglioso Parco naturale regionale di Portofino, http://www.parcoportofino.it). Perché, come spiega ancora il sindaco, «abbiamo ricevuto in custodia un patrimonio di bellezze naturali e paesaggistiche, tradizioni, cultura e rispetto per le risorse del territorio che non ha eguali e che è nostra precisa responsabilità valorizzare al meglio, traghettandolo nel futuro».