DESTINATIONS

Singapore golosa

Multietnica e cosmopolita, la città-stato del sudest asiatico è la capitale della cucina orientale e dello street food

Lo Sky Park sulla cima del complesso Marina Bay Sands - foto Andrew Tan
Lo Sky Park sulla cima del complesso Marina Bay Sands – foto Andrew Tan

Quando si parla di Singapore, città-stato del sudest asiatico, il pensiero corre immediatamente alle attrazioni da record che la rendono una delle mete più iconiche del mondo: dagli svettanti grattacieli che dominano il suo skyline al complesso chiamato Marina Bay Sands (tre altissimi edifici sormontati da una piattaforma sospesa a forma di nave detta Sky Park); dallo spiraliforme Helix Bridge ai Gardens by the Bay, un insieme di tre parchi affacciati sull’acqua e dominati dai Super Trees, ovvero strutture a forma di albero alte tra i 25 e i 50 metri che ospitano un’infinità di specie botaniche; da Floral Fantasy, un nuovo, coloratissimo giardino con installazioni floreali all’interno di Gardens by the Bay, a Little India, uno dei quartieri più animati e colorati.

L'Helix Bridge
L’Helix Bridge

Al di là delle sue architetture uniche, Singapore è anche una destinazione imperdibile per gli amanti del buon cibo. A cominciare dallo street food che si può gustare in diversi luoghi metropolitani, dei quali il più conosciuto è il Lau Pa Sat, ospitato in un grande edificio vittoriano. Senza contare che due location dedicate al cibo di strada, la Liao Fan Hong Kong Soya Sauce Chicken Rice and Noodle e la Hill Street Tai Hwa Pork Noodle, sono state segnalate dalla Guida Michelin. Un altro must è il famosissimo Singapore Food Festival, che si tiene tutti gli anni (prossimo appuntamento: 12 – 28 luglio 2020) e celebra i sapori più autentici della cucina asiatica. Tanta ricchezza gastronomica è indubbiamente legata alla lunga storia di immigrazione che ha caratterizzato la città, oggi uno dei luoghi più cosmopoliti del mondo con oltre 5 milioni di abitanti di discendenza prevalentemente cinese, malese, indiana ed europea.

Chinatown
Chinatown

Anche per chi non ha molto tempo a disposizione ci sono diverse possibilità per “assaggiare” Singapore. Per esempio, prenotando un tour della durata di circa due ore sul Gourmetbus: comodamente seduti a bordo, gli ospiti possono gustare diversi menu segnalati col Michelin Bib Gourmand – ovvero la faccina sorridente dell’Omino simbolo dell’azienda francese – e al tempo stesso ammirare i luoghi iconici della città, come il Merlion Park o il quartiere di Chinatown (informazioni: www.gourmetbus.com.sg).

Merlion Park
Merlion Park

Per chi vuole “mettere le mani in pasta” c’è invece il Market to table tour: dura tra le due e le quattro ore e permette non solo di imparare a preparare piatti tipici come Chilli Crab, cioè il granchio con un sugo speziato, o Laksa Gravy, una zuppa piccante con noodles, spezie, pesce o tofu, ma anche di conoscere meglio gli ingredienti necessari acquistandoli direttamente in un mercato locale (informazioni: https://www.letsgotoursingapore.com/market-to-table-tour).

Laksa Gravy
Laksa Gravy

Vivamente consigliato anche il Tiger brewery tour che prevede la visita a questo birrificio famoso in tutto il mondo: dura circa un’ora ed è un vero e proprio dietro le quinte della produzione, dalla macinazione del malto fino al packaging, senza dimenticare un assaggio della famosissima “birra Tigre” (informazioni: https://tigerbrewerytour.com.sg).

Kampon Glam
Kampon Glam

La “full immersion” nella gastronomia asiatica può addirittura comiciare prima di giungere a destinazione: viaggiando con Singapore Airlines, la compagnia di bandiera, si possono infatti gustare anche a bordo piatti orientali tipici come appunto Laksa Gravy; oppure Hokkien Mee Soup (Hae Mee), un piatto di tagliatelle all’uovo in brodo di gamberi e maiale; e, ancora, il Chicken Rice, a base di pollo e riso con salsa al peperoncino, uno dei piatti più popolari di Singapore e della Malesia. Questa attenzione alla tradizione non deve stupire visto che, per creare la selezione di piatti offerti a bordo, gli chef della compagnia lavorano a stretto contatto con l’International Culinary Panel o ICP, composto da chef pluripremiati provenienti dalle capitali culinarie del mondo.

Hokkien Mee Soup
Hokkien Mee Soup

Per quel che riguarda i servizi in volo, Singapore Airlines è la prima compagnia aerea a consentire ai passeggeri della Premium Economy Class di prenotare le portate principali del menu su tutti i voli del suo network: la preselezione è possibile attraverso il sito web della compagnia o attraverso la app mobile a partire da tre settimane fino a 24 ore prima della partenza del volo. Grazie al servizio Child Meal i genitori possono preordinare pasti specifici anche per i bambini scegliendo tra tre diverse tipologie di cucina: asiatica, occidentale e vegetariana. L’accesso al sito web della compagnia può avvenire fino a 24 ore prima della partenza. Questo servizio è attivo in tutti le classi a partire dallo scorso giugno per i voli che decollano da Singapore e da agosto viene progressivamente esteso ai voli in partenza da altre destinazioni.

Informazioni: Singapore Tourism Board, www.stb.gov.sg, www.visitsingapore.com, www.singaporeair.com

I Super Trees a Gardens by the Bay
I Super Trees a Gardens by the Bay