GOURMET

Menu antispreco

Bando allo spreco alimentare, Fipe, la Federazione italiana pubblici esercizi ha presentato al ristorante i Tre Cristi il suo manifesto per una ristorazione sostenibile e un decalogo scritto con lo chef Franco Aliberti per aiutare le famiglie italiane a cucinare e, quindi, a ridurre i rifiuti che ogni giorni vengono prodotti in cucina. Ecco alcuni dettami: acquisto di materie prime di qualità al giusto prezzo, valorizzare e formare il personale, incentivare i clienti a portare via quanto non viene consumato.
Dall’entrata in vigore della legge 166/2016 contro lo spreco alimentare di tre anni fa, sono stati raggiunti importanti risultati in termini di gestione e recupero delle eccedenze lungo la filiera agroalimentare, grazie ad una semplificazione delle procedure, ma anche per una migliorata sensibilità sul tema, che ha beneficiato dell’eredità di Expo Milano 2015.

Franco_Aliberti_2 (1)

Fipe si è impegnata nella promozione e nella diffusione anche di un secondo testo, rivolto alle famiglie, il decalogo anti-spreco per riusare i cibi in cucina, realizzato in collaborazione con Franco Aliberti chef del ristorante i Tre Cristi che ha fatto dell’utilizzo di materie prime povere la sua filosofia. Questi alcuni punti del decalogo, le parti verdi del porro, le bucce delle patate e la parte esterna della cipolla possono essere tostate in forno e utilizzate poi per aromatizzare i brodi mentre le bucce dei pomodori sono gustose se fritte o ridotte in polvere, per dare ancora più sapore ai piatti. Piccoli e semplici suggerimenti utili per il portafoglio, per l’ambiente e per il rispetto della natura.