GOURMET

A Milano, la gelateria che non usa latte né uova (ma tanto cioccolato)

Gelato Libre nasce come progetto di Gianluca Franzoni, fondatore del cioccolateria Domori. E punta tutto sulla qualità degli ingredienti: cacao e frutta secca

Nell’era delle intolleranze alimentari, Gianluca Franzoni, fondatore di Domori, decide di aprire una gelateria dove non si usa il latte. Gelato Libre, aperta il 23 maggio in via Giosuè Carducci 12, a Milano, propone il gelato senza latte né uova, valorizzandone le qualità attraverso l’acqua di sorgente.

Da una passione per il gelato coltivata fin da bambino unita a un lavoro ventennale di ricerca e sperimentazione, Gianluca Franzoni ha studiato un gelato a base esclusivamente di cacao e frutta secca, secondo il concetto “farm to cup”, dal campo alla coppetta. Si parte dalla selezione delle migliori materie prime, che vengono tostate per sprigionare i loro aromi prima di essere trasformate in massa di cacao o paste di frutta secca. Grazie all’utilizzo di una macchina innovativa è possibile quindi avere un gelato sempre fresco, mantecato al momento.

Otto i gusti: Cioccolato Criollo, Cioccolato e Whisky, Crema Libre, Tiramisù, Caramello, Makaron, Pistacchio e Nocciola proposti da Gelato Libre esclusivamente in coppetta – biodegradabile e a basso impatto ambientale – per apprezzarli a pieno nella loro integrità.

La gelateria di via Carducci è stata realizzata con lo studio milanese di Andrea Pezzoli e Giulia Urciuoli con materiali pregiati come finiture in ottone, pareti in argilla, pavimento a mosaico, attorno al bancone dorato.

Anche la moda fa capolino nel progetto di Gelato Libre. Sui grembiuli in jenas Berto, l’artigiana Maryam Seddigh ha ricamato la “L” del logo in seta selvaggia di Assam.

Gelato Libre
Via Giosuè Carducci, 12 – 20123 Milano
Orario di apertura: dalle 12.00 alle 22.00, tutti i giorni della settimana

Prezzi:

Coppetta
Piccola – 2,50 €
Media – 3,50 €
Grande – 4 €

Gelato al kg – 24 €