DESTINATIONS

Oodi, la nuova Biblioteca centrale di Helsinki

Inaugurata recentemente, fa parte del piano di sviluppo architettonico che sta coinvolgendo la capitale finalndese ed è uno degli edifici più innovativi del Nord Europa

esterno-oodi

E’ molto probabile che il finlandese Alvar Aalto, uno dei più importanti architetti del Ventesimo secolo, sostenitore di un’architettura “a misura d’uomo” basata sulla conoscenza delle reazioni emotive (e psicologiche) e dei bisogni degli utenti, sarebbe entusiasta di Oodi, la Biblioteca centrale di Helsinki inaugurata recentemente in piazza Kansalaistori, di fronte al Parlamento, vicino al Music Centre e al Kiasma Art Museum, nel distretto Töölönlahti. Infatti, come spiega Antti Nousjoki, uno dei progettisti insieme a Juho Grönholm e Samuli Woolston dello studio finlandese Ala Architects, «Oodi è un grande forum pubblico di riflessione e azione che opera sotto l’organizzazione della biblioteca, ma con un raggio d’azione e funzionalità ben oltre un tradizionale deposito di libri. E’ un fattore abilitante della piena vita pubblica, del pensiero, della produzione e della condivisione nel cuore della crescente Helsinki».

Helsinki-Central-Library-by-ALA-2nd-floor-childrens-area-2016

In altre parole, l’edificio, che fa parte del piano di sviluppo architettonico che sta appunto coinvolgendo la capitale finlandese, è un vero e proprio centro culturale dalla vibrante versatilità. Costato 98 milioni di euro, si sviluppa su tre piani – di cui solo il terzo è adibito a biblioteca con ben 100.000 volumi – suddivisi su una superficie totale di 17mila metri quadrati: il primo piano, a livello della strada, ha un’accogliente hall che può essere usata anche come spazio eventi, un piccolo cinema, una sala polifunzionale e una caffetteria, mentre al secondo piano ci sono uffici, sale riunioni, spazi interattivi per corsi e un laboratorio, riccamente atrezzato, che ospita urban workshop.

spazio-bimbi-oodi

Oltre a essere una biblioteca all’avanguardia, Oodi è una vera e propria palestra di design e progettualità nella quale gli architetti, con abilità e sapienza tutte finlandesi, hanno saputo sfruttare materie prime locali per dare vita a un edifcio innovativo e moderno. Come spiega Samuli Woolston, « abbiamo progettato la biblioteca come una romantica controreazione al suo ambiente rigido e lineare. Le superfici in legno sono in abete finlandese e creano un forte contrasto con il vetro e il metallo degli edifici circostanti. La grande volta, il grande fronte coperto e il materiale caldo e morbido sono stati scelti per invitare il pubblico a entrare».
Informazioni: https://www.oodihelsinki.fi/en/

oodi-interno-readers

Un altro edificio che contraddistingue il nuovo skyline di Helsinki è Amos Rex, imperdibile museo privato dall’architettura unica, inaugurato il 30 agosto 2018. Firmato dallo studio JKMM, si sviluppa infatti sotto la piazza Lasipalatsi: per costruirlo, sono stati scavati ben 13.000 metri cubi di roccia al posto dei quali oggi si trovano gli spazi espositivi. La struttura sotterranea riceve luce anche grazie a enormi oblò, simili a quelli di una nave e collegati, all’esterno, da una struttura in muratura ispirata alle onde del mare. Gli spazi museali, oltre ad ospitare l’arte in tutte le sue forme, da quella antica al Modernismo, accolgono workshop artistici pensati per i più piccoli, attività multidisciplinari, festival cinematografici ed eventi di vario genere.
Informazioni: https://amosrex.fi/en/

amos58

Come dicevamo, Helsinki è una città in progress, versatile e all’avanguardia: non c’è da stupirsi dunque che un’apposita giuria istituita dall’Unione Europea le abbia conferito il titolo di Capitale europea del turismo intelligente per il 2019. Il merito va ai risultati conseguiti in termini di accessibilità, eco-sostenibilità, digitalizzazione, creatività e patrimonio culturale (nel 2016 la Finlandia è stata eletta Paese più alfabetizzato del mondo; inoltre, la popolazione finlandese, 5 milioni e mezzo di persone, ogni anno chiede in prestito una media di 68 milioni di libri).
Maggiori informazioni nel sito: www.visitfinland.com

Amos Rex 20180708 Amos Anderson museo, Helsinki

A chi è interessato alla figura di Alvar Aalto segnaliamo che in Finlandia è possibile seguire dei tour turistico-architettonici sulle sue tracce: un’esperienza a 360 gradi tra visite di luoghi iconici – da Rovaniemi a Espoo, da Turku a Säynätsalo – attrazioni naturalistiche, degustazioni di piatti tipici, escursioni in barca e pause dedicate al benessere nelle saune locali.
Informazioni: https://visit.alvaraalto.fi/en

Il cinema Bio Rex, a Helsinki
Il cinema Bio Rex, a Helsinki