Italy

I suoni delle Dolomiti 2018

Dal 30 giugno al 31 agosto appuntamento con il festival che si svolge negli scenari più affascinanti delle montagne trentine: i musicisti li raggiungono a piedi insieme al pubblico lungo sentieri, boschi e pascoli alpini poi, tolti gli strumenti dagli zaini, si esibiscono nel silenzio delle vette

rifugio-sella_tuckett-dolomiti-di-brenta-foto-pio-geminiani

Un palcoscenico unico al mondo – le più belle cime delle montagne trentine – sul quale si esibiscono grandi musicisti provenienti da tutto il mondo: anche quest’anno torna il festival I suoni delle Dolomiti, giunto alla XXIV edizione, che si svolgerà dal 30 giugno al 31 agosto.

suoni-delle-dolomiti

La formula è sempre la stessa, ovvero pubblico e musicisti (con i propri strumenti) raggiungono a piedi i luoghi delle esibizioni condividendo sentieri tra pascoli alpini, boschi o rocce, ma in realtà gli appuntamenti si rinnovano anno dopo anno grazie all’aggiunta di scenari inediti, alla voglia di sperimentare e mettersi in gioco e al dialogo unico e irripetibile che, di volta in volta, coinvolge artisti, spettatori e natura.

Graham Nash
Graham Nash | Foto di Magnumphoto

L’apertura del cartellone, il 30 giugno al Rifugio Micheluzzi in Val di Fassa, è affidata a Graham Nash, cantautore, compositore e fotografo che, insieme a David Crosby, Stephen Stills e Neil Young ha segnato la scena musicale a partire dal 1969 in un continuo dialogo tra rock, folk, pop, canzoni d’autore e persino jazz.

val-duron-rifugio-micheluzzi-foto-marisa-montibeller

Moltissimi gli altri “nomi” del mondo delle sette note (per il programma completo www.isuonidelledolomiti.it) che si esibiranno ad alta quota, da Chihiro Yamanaka, descritta dal New York Times come «una tra le pianiste più importanti e geniali del XXI secolo» alla Bandakadabra, definita da Carlin Petrini «una vera e propria fanfara urbana»; da Ginevra Di Marco, una delle voci femminili italiane più amate dal pubblico che esplorerà il mondo sonoro della straordinaria cantante argentina Mercedes Sosa, alla portoghese Teresa Salgueiro, che con la sua straordinaria sensibilità proporrà brani tratti da O Horizonte, il suo ultimo lavoro.

Mario Brunello
Mario Brunello

I suoni delle Dolomiti non interessano però solo le vette: alcuni eventi, per esempio la Campiglio special week (16-22 luglio), coinvolgono anche luoghi in valle o a mezza montagna, permettendo a turisti e abitanti del luogo di scoprire edifici storici, chiesette affrescate, malghe e di vivere la musica come un’esperienza complementare a escursioni, relax ed enogastronomia. Per la precisione, a Campiglio i protagonisti musicali saranno il grande violoncellista Mario Brunello, il violinista Gidon Kremer e la Kremerata baltica che dal 1997 è un punto di riferimento per i migliori musicisti dell’area nordeuropea occidentale e per la musica internazionale.

Gidon Kremer
Gidon Kremer