GOURMET

Agnello carciofi e menta

Emanuele Mazzella è il nuovo chef di Villa Porro Pirelli a Induno Olona. A TTN confida la ricetta per preparare il piatto tradizionale: le costolette d’agnello alla menta con carciofi alla brace

Emanuele Mazzella è il nuovo chef di Villa Porro Pirelli a Induno Olona. A TTN confida la ricetta per preparare il piatto tradizionale: le costolette d’agnello alla menta con carciofi alla brace

Costolette d'agnello, patate schiacciate al la menta e carciofi alla brace_by Chef EEmanuele Mazzella, la sua gavetta, l’ha fatta in cucina con il cugino Nino Di Costanzo, e successivamente con Norbert Niederkofler. Poi ha passato qualche anno come chef dell’hotel Ciasa Salares di San Cassiano, dove ha conquistato la stella, e poco dopo si è spostato a Palazzo Seneca, a Norcia, per lavorare con la famiglia Bianconi, motore di una straordinaria crescita del territorio umbro. Anche lì ha guadagnato la sua stella Michelin, ma purtroppo il bel percorso intrapreso nel Relais & Chateaux è stato interrotto da centinaia di terremoti che hanno congelato qualunque attività dopo aver scosso fortemente la terra per giorni e giorni. Mazzella e la sua brigata si sono quindi trasferiti in Lombardia, a Villa Porro Pirelli, dove in attesa di allestire il ristorante gastronomico hanno creato un bistrot, dai piatti buoni, così come i prezzi. Per Pasqua preparano un menu a 55 € (o 65€ con tre vini) che comprende anche le costolette d’agnello, come vuole la tradizione dello chef ischitano. E qui chef Emanuele ci regala la sua ricetta

Costolette d’agnello alla menta e carciofi alla brace

Ingredienti per 4 persone:
700 gr costolette d’agnello; 4 spicchi d’aglio in camicia; 4 carciofi; 320 gr di patate bianche; sale, pepe nero,

peperoncino; olio extra vergine d’oliva.; 4 rametti di prezzemolo; 2 di menta fresca; 3 di rosmarino.

Procedimento:

Disporre le costolette d’agnello in un piatto marinandole con un filo d’olio extra vergine d’oliva, pepe nero, 2 spicchi d’aglio in camicia schiacciati e il rosmarino; coprire con una pellicola e lasciar riposare per almeno 2 ore. Mondare i carciofi e immergerli in acqua per qualche minuto, allargarne delicatamente le foglie dall’interno, cercando di creare una cavità centrale, e condirli con aglio, prezzemolo, sale e poco olio. Con l’aiuto di una pinza incastrare i

carciofi tra i carboni e lasciarli cuocere dolcemente per circa 40 minuti, girandoli di tanto in tanto.
Pelare le patate, in precedenza bollite in acqua salata, e con l’aiuto di una forchetta schiacciarle e condirle con olio

extra vergine, sale, pepe e menta fresca tagliata molto finemente. Tenere in caldo.
Su una griglia ben calda scottare le costolette d’agnello circa 2 minuti per lato e condire con il sale; disporle nel piatto

insieme a una quenelle di patate, un carciofo e completare con un filo d’olio extra vergine.