HOTEL, SPA & CO

Parliamo di hotel

Thetravelnews organizza la prima tavola rotonda sull’ospitalità. Interventi di JW Marriott, Small Luxury Hotels, Room Mate, Fieramilano e piccoli alberghi di famiglia

Al tavolo del panel, da sinistra: Carlo Ducci, Cristiano Cabutti, Teresa Cremona, Clemens Wieser
Al tavolo del panel, da sinistra: Carlo Ducci, Cristiano Cabutti, Teresa Cremona, Clemens Wieser

Testo di Teresa Cremona, foto di Francesca Romano

Lo scorso 27 novembre da LUME, nuovo ristorante di Luigi Taglienti, si è svolta la prima tavola rotonda sull’ospitalità organizzata da The Travel News, con un panel di professionisti dell’hotellerie sul tema “Ospitalità se ne parla abbastanza? Sviluppi possibili di un settore dalle potenzialità straordinarie”

Con la moderazione di Teresa Cremona e Sara Magro, hanno preso parte:

Carlo Ducci, proprietario de La Felicina, Mugello: l’hotel come centro di produzione culturale e creativa

Jan Clemens Wieser, proprietario di Ciasa Salares, Alta Badia: come un Millennial pensa all’ospitalità

Cristina Maresi, Le Occare, l’accoglienza famigliare

Cristiano Cabutti, Direttore Sales & Marketing JW Marriott Venice Resort & Spa

Arianna Savona, brand ambassador di SLH in Italia specialista in ospitalità

Luca Stragliotto, General Manager presso Room Mate Giulia: quali caratteristiche deve avere un quattro stelle contemporaneo

Simona Greco, Exhibition Director Art, Fashion, Hospitality, Travel di Fiera Milano, responsabile di Bit – Borsa Internazionale del Turismo e della fiera dell’ospitalità HOST

Da sinistra: Arianna Savona, Luca Stragliotto, relatori del panel e il pubblico.
Da sinistra: Arianna Savona, Luca Stragliotto, relatori del panel e il pubblico.

Jan Clemens Wieser, Cristina Maresi e Carlo Ducci hanno raccontato l’originale peculiarità delle loro strutture, caratterizzate da una forte connotazione familiare, che è continuità di tradizione, ma è anche trasmissione della cultura del territorio.

Cristiano Cabutti ha parlato dell’innovazione in laguna del resort veneziano e delle strategie di promozione di una grande catena. Arianna Savona ha illustrato i criteri di selezione di un gruppo che raccoglie nel mondo oltre 450 hotel di lusso, ognuno diverso e singolare, tutti uniti nel perseguire l’intimità dell’accoglienza e la qualità dei servizi. Il design come strategia di marketing e l’impatto della tecnologia nel promuovere nuove mode e tendenze, è stato illustrato da Luca Stragliotto. Simona Greco ha evidenziato gli strumenti di penetrazione del mercato e del marketing, necessari a favorire le scelte dei decision-maker del turismo, indispensabili per modellare l’ospitalità degli anni a venire, per incrementare le potenzialità attuali, innalzando la qualità dei servizi, valorizzando l’italianità.

Gli argomenti trattati sono stati molteplici, il segmento dell’hospitality è in espansione, il settore ha subito profonde modifiche nell’ultimo decennio e la cultura dell’accoglienza italiana ha nell’unicità uno degli elementi di valore, ma alla capacità dei rapporti personali, alla storia dei luoghi, degli edifici, dei personaggi, potrebbero giovare investimenti in nuove tecnologie e una comunicazione strutturata sulle sinergie di settore e su una più stretta rete di rapporti fra gli albergatori.

Teresa Cremona consegna i premi a Le Occare, a sinistra, e CIasa Salares, a destra.
Teresa Cremona consegna i premi a Le Occare, a sinistra, e CIasa Salares, a destra.

Durante li lavori sono stati assegnati due premi:

Il Premio The Travel News 2016 all’hotel Ciasa Salares, a San Cassiano in Val Badia (nella foto a sinistra, Clemens Wieser)

L’attestato Hotel di Talento alla guesthouse Le Occare, a Runco, vicino a Ferrara (nella foto, a destra, Cristina Maresi)

Si desidera ringraziare

Francesco Maria Rovere, Creative Content Producer per la sua introduzione alle nuove tecnologie di comunicazione

Matteo Vezzoli, proprietario dell’Azienda Vinicola Le Quattro Terre con Cantina e Locanda in Corte Franca

Tosco Bosco, la Casa del Tartufo, Azienda di trasformazione del tartufo di Castiglion Fiorentino ed il loro chef Umberto Vezzoli

Witaly e Luigi Cremona per l’ospitalità concessa all’interno dell’evento Cooking for Art Milano