GOURMET

Guida Michelin 2017

Giovani talenti e conferme eccellenti, ecco tutti i premi assegnati a Parma

Giovani talenti e conferme eccellenti, ecco tutti i premi assegnati a Parma

enricobartolini

Di Teresa Cremona

La Guida Michelin 2017 è stata presentata a Parma, il 15 Novembre, con conferenza stampa nel sontuoso Teatro Regio, poi in serata nello stupendo Teatro Farnese a Palazzo della Pilotta, c’è stata l’assegnazione del premio Giovane Chef Michelin Italia 2017, offerto da Alfa Romeo, a Federico Gallo della Locanda del Pilone di Alba ed il premio Qualità nel tempo Michelin Italia 2017, offerto da Eberhard e assegnato ai fratelli Marcattili del Ristorante San Domenico di Imola. Il pranzo di gala con menu di Enrico Bartolini, Nico Romito e Massimo Spigaroli, ha concluso l’evento.

Un’organizzazione perfetta che ha celebrato un connubio felice, quello fra la città di Parma, dal 2015, città Creativa Unesco della Gastronomia, con la Guida Michelin, il maggiore riferimento mondiale per la valutazione della qualità di ristoranti e alberghi.

I numeri raccontano che questa è la 62 esima edizione della Guida Michelin, che l’Italia con 343 ristoranti stellati è la seconda nazione al mondo di questo firmamento, che ai simboli noti, le stelle e i Bib Gourmand, si aggiunge ora il ‘Piatto’ che indica le cucine di valore con ‘prodotti di qualità ed abilità dello chef’, che c’è una nuova rubrica ‘Ci piace’ con i suggerimenti degli ispettori che segnalano le tappe imperdibili da visitare, che il Lazio, con otto ristoranti con una stella – di cui cinque a Roma – è la regione con più riconoscimenti, e segue la Lombardia, con quattro novità, di cui due a Milano.

Indiscusso protagonista di questa edizione è il giovane Enrico Bartolini (36 anni) che alle due stelle del Ristorante Enrico Bartolini al Mudec, Museo delle Culture in zona Navigli a Milano, aggiunge la stella del Casual Ristorante a Bergamo Città Alta (chef Cristian Carraro) e un’altra stella a Castiglione della Pescaia, con La Trattoria Enrico Bartolini (Chef Marco Ortolani).
Nel panorama complessivo delle novità non ci sono donne.

TRE STELLE
Ristorante Reale, Niko Romito
La Pergola, Heinz Beck
Osteria Francescana, Massimo Bottura
Piazza Duomo, Enrico Crippa
Enoteca Pinchiorri, Annie Feolde
Dal Pescatore, Nadia Santini
Le Calandre, Massimiliano Alajmo
Da Vittorio, Enrico e Roberto Cerea

I NUOVI BISTELLATI
Enrico Bartolini al Mudec, Milano
Seta, Milano Antonio Guida
Terra, Sarentino (BZ)
Locanda Margon, Trento/Ravina Alfio Russo
Danì Maison, Ischia (NA) Nino Di Costanzo

I NUOVI UNA STELLA
Da Francesco, Cherasco (CN)
La Madernassa, Guarene (CN)
21.9, Piobesi d’Alba (CN)
Zappatori, Pinerolo (TO)
Casual, Bergamo
Felix Lo Basso, Milano
Lume, Milano
La Tavola, Laveno Mombello (VA)
El Coq, Vicenza
La Veranda, Bardolino (VR)
La leggenda dei frati, Firenze
La trattoria Enrico Bartolini, Castiglione della Pescaia (GR)
Lux Lucis, Forte dei Marmi (LU)
Lunasia, Viareggio
Il Pievano, Gaiole in Chianti (SI)
Nostrano, Pesaro
Il Vistamare, Lido di Latina (LT)
Il Tino, Fiumicino (RM)
Aminta Reesort, Gennazzaro (RM)
Assaje, Roma
Bistro 64, Roma
The Corner, Roma
Magnolia, Roma
Per Me, Roma
Piazzetta Milù, Castellammare di Stabia (NA)
Il Mosaico, Ischia/Casamicciola (NA)
Veritas, Napoli
Quintessenza, Trani (BT)
Pietramare, Isola di Capo Rizzuto (KR)
Dal Corsaro, Cagliari
Accursio, Modica (RG)

PERDONO DUE STELLE
Devero (Cavenago di Brianza – MB), cambio di chef
Oliver Glowig (Roma), per chiusura

PERDONO LA STELLA
La Casa degli Spiriti (Costermano – VR)
Castello di Trussio (Dolegna del Collio – GO)
Maso Franch (Giovo – TN)
Aquila Nigra (Mantova)
Unico (Milano)
La Locanda di Piero (Montecchio Precalcino – VI)
Al Tramezzo (Parma)
Il Cecchini (Pasiano di Pordenone)
Antica Osteria al Teatro (Piacenza)
Il Sole di Ranco (Ranco – VA)
Il Flauto di Pan (Ravello – SA)
All’Oro (Roma)
Giuda Ballerino (Roma)
Orso Grigio (Ronzone – TN)
Vo (Torino)
Il Povero Diavolo (Torriana – RN)
L’Accanto (Vico Equense – NA)

CONFERMANO LA STELLA CON CAMBIO CHEF
Locanda del Pilone, Alba (CN)
Cappero, Vulcano, Isole Eolie (ME)
Bistrot, Forte dei Marmi (LU)
Il Gallo Cedrone, Madonna di Campiglio (TN)
Castel Fragsburg, Merano (BZ)
Casa del nonno 13, Mercato San Severino (SA)
La Sponda, Positano (SA)
Enoteca La Torre, Roma
Stazione di Posta, Roma

Per concludere, lo studio “Taste Tourism”, condotto da JFC nel 2016 sui ristoranti stellati italiani, ha stimato in 282 milioni di euro il fatturato indotto generato dai clienti dei ristoranti che soggiornano sul territorio, spesa che non comprende il conto pagato al ristorante stellato.