DESTINATIONS

Sesia rafting

Discesa adrenalinica lungo il Sesia, uno dei fiumi più belli d’Europa

Discesa adrenalinica lungo il Sesia, uno dei fiumi più belli d’Europa


di Andrea Foschi

Non è necessario fare il giro del mondo per scovare delle meraviglie. Dopo circa un’ora e mezza di viaggio da Milano o Torino si arriva in Valsesia: più di una meraviglia. Uno dei fiumi più suggestivi d’Europa, ideale per rafting, canyoning e hydrospeed. Un’area quella della Valsesia con una vocazione per il turismo attivo e di qualità confortata dal rispetto e per la cura di questo territorio, ben conservato e non sfregiato dalle facili speculazioni edilizie, dove la natura e il bel paesaggio rimangono i protagonisti assoluti.

Il Sesia Rafting, uno spazio immerso nel verde sulle sponde del fiume, fondato alla fine degli anni ’70 da Emanuele Bernasconi, uno dei pionieri di questo sport in Italia, è oggi gestito con sapienza dalla figlia Monica. Qui il rafting non è uno sport estremo: con le dovute precauzioni, dopo un rapido briefing, diventa uno sport per tutti (over 14). Per i bimbi più piccoli ci sono percorsi facilitati ad hoc.

Mute, salvagente, pagaie, caschetti e naturalmente il gommone sono gli strumenti di base. In pulmino, con al traino i gommoni, si percorre verso nord il Sesia, e dopo una quindicina di km, si arriva a destinazione, gommone in acqua e in equipaggio da 6 più guida si discende il fiume che intervalla rapide a tratti più lievi. Divertimento ed emozioni assicurati, basta un pò di forza nella braccia (ma neanche troppa..)  e fermezza, e in circa 45 minuti si percorrono i 13 km che riportano alla base. Bellissime le sensazioni: freschezza, alto tasso di adrenalina in circolo, forza e potenza della natura, senso di  instabilità, sintonia e simbiosi con l’ambiente.

A richiesta dei più coraggiosi, la guida consente anche l’esperienza di un tuffo nel fiume, per farsi trascinare per qualche centinaio di metri in mezzo alla corrente, facendosi poi recuperare in un’area più tranquila e placida del fiume. Unica raccomandazione: rimanere supini sull’acqua e non alzare le gambe per non rischiare di sbatterle contro sassi e massi.

Dopo i bividi e le emozioni della discesa un consiglio per una sosta gastronomica:  in una baita ristrutturata nel rispetto dei canoni architettonici della valle, il ristorante Il Gatto e la Volpe propone  tipici piatti locali a base di polenta (anche concia), selvaggina, affettati e formaggi prodotti nei vicini alpeggi e dolci fatti in casa.

Per info e prenotazioni: www.sesiarafting.it