DESTINATIONS

A Rovigno lo sport dei re

A Rovigno la Polo Beach Club, manifestazione glamour di sicuro e insolito fascino

A Rovigno la Polo Beach Club, manifestazione glamour di sicuro e insolito fascino

di Andrea Foschi  –  Foto A. Foschi /uff. stampa Maistra Rovigno

Rovigno, perla d’Istria, ha ospitato dal 12 al 15 maggio scorso la prima edizione della Polo Beach Club. Su una superficie ridotta rispetto al Polo praticato sull’erba, un’arena di 70x 40 metri, si sono affrontate 4 squadre con giocatori provenienti da Argentina, Germania, Svizzera, Stati uniti, Svezia e Gran Bretagna accompagnati da una cinquantina di cavalli argentini. Questa disciplina infatti, necessità un cambio frequente di cavalli durante la partita: i continui scatti e i cambi di direzione provocano ai cavalli in gara un gran dispendio di energia.

L’arena è stata allestita sulla spiaggia Porton Biondi, dalla quale si gode uno splendido panorama sul centro storico cittadino. La manifestazione è stata promossa da brand leader nel mercato internazionale quali Heineken, Tagheuer, Agrokor e il gruppo Adris come sponsor di squadra e poi La Martina, Zepter, Tiffany e Bentley. Un evento importante per la città che si conferma destinazione ideale per un target alto che apprezza la qualità.

Il torneo è iniziato  il 12 maggio 2016 con un party di benvenuto presso la piscina dell’hotel a cinque stelle Lone. Sabato 14 maggio è stata organizzata una  sfilata di tutti i giocatori e dei loro cavalli per il centro di Rovigno, accompagnati da limousine e macchine Bentley Wien. Una cena di gala presso l’ex fabbrica di tabacco (EX-TDR) di Rovigno ha chiuso la manifestazione. Non è mancata la presenza di vip  tra i quali Ivana Trump e la famiglia Illy.

Alcuni tra i migliori hotel del gruppo Maistra hanno ospitato squadre e organizzatori: l’Hotel Adriatic, un art hotel recentemente ristrutturato con 18 camere, l’Hotel Monte Mulini (leading hotels of the world) e l’Hotel Lone, hotel disegnato da un architetto croato, del gruppo dei Design Hotels.

Rovigno a poco più di un’ora di macchina di Trieste si conferma una meta di sicuro fascino, grazie anche all’eredità architettonica lasciata dagli oltre cinque secoli di dominazione veneziana. Da non perdere: la cattedrale di Sant’Eufemia con il suo campanile che domina la città; una passeggiata tra i vicoli della città vecchia; il piccolo e curioso museo casa della Batana, tipica imbarcazione di queste parti; la visita delle vicine  isole di Sant Andrea e Santa Caterina; e a pochi chilometri fuori Rovigno l’escursione al canale di Leme, un vero e proprio fiordo, dove degustare splendide ostriche e pesce fresco innaffiato dalla malvasia di queste colline.

info:
www.inforovinj.com
www.maistra.com/it/