La Svezia al Bocuse d’Or

E’ svedese il bronzo nella competizione gastronomica mondiale di Lione

E’ svedese il bronzo nella competizione gastronomica mondiale di Lione

Di Redazione Roma

Lo chef  ha presentato due piatti faraona ai gusti invernali svedesi e trota di ruscello con finocchio. L’oro è andato al cuoco norvegese Orjan Johannessen mentre l’argento allo statunitense Philip Tessier.

Tommy Myllymäki ha conquistato la medaglia di bronzo al Bocuse d’Or in competizione con i migliori chef del mondo. Non è la prima volta che Myllymäki guadagna una medaglia al Bocuse. Nel 2011 vinse l’argento e a maggio dell’anno scorso ha vinto l’oro nell’edizione europea. Per questa finale mondiale a Lione puntava al massimo premio:

“Sono venuto per vincere l’oro e il mio team ha lavorato sodo per molto tempo. Devo dire che siamo un po’ delusi ma so anche che abbiamo gareggiato con gli chef più bravi a livello mondiale. Un terzo posto in una competizione internazionale è comunque un bel risultato”, ha commentato Myllymäki subito dopo aver vinto la medaglia.

I concorrenti avevano il compito di cucinare e comporre un piatto di carne ed un piatto di pesce per 14 persone in 5 ore e 35 minuti. Le materie prime per i piatti scelte dal Bocuse d’Or provengono dal Paese in cui si svolge la competizione, in questo caso la Francia.

“Ora tornerò a casa per recuperare le energie. Si imparano tante nuove cose durante una gara come quella del Bocuse d’Or”, continua Tommy Myllymäki.

Il team svedese era composto anche da Albin Edberg, assistente, Jonas Dahlbom, coach, e Henrik Norström, presidente e rappresentante della Svezia all’interno della giuria.

*Myllymäki ha due ristoranti nella città di Jönköping, sul lago Vättern: Sjön e Spira, e uno nella regione di Sörmland a sud di Stoccolma, Julita Wärdshus.

Per informazioni:
www.bocusedor.com/press
www.tryswedish.com.