HOTEL, SPA & CO

Amandayan, soft opening

La terza proprietà di Aman in Cina ha aperto nella leggendaria città di Lijiang

Di Redazione Roma

Situato sul versante di una collina vicino alla Città Vecchia (sito protetto dall’UNESCO), il nuovo albergo prende il suo nome dalle parola Sanscrita ‘pace’ e dalla parola ‘Dayan’, antico nome della città di Lijiang, quando nel 13esimo secolo la città era controllata dalla famiglia Mu.

L’hotel è composto da edifici tradizionali con corte interna e ospita 25 suites con terrazzo e vista su Lijiang, sulla campagna che circonda la città e sulle montagne innevate all’orizzonte, tra le quali anche il Monte Nevoso del Drago di Giada, considerata una delle montagne più scenografiche della Cina. Su ogni corte affacciano dalle tre alle cinque suites, sistemazione ideale per famiglie e gruppi.
Lijiang, nascosta nell’angolo nord-ovest della provincia dello Yunnan, è spesso citata come uno dei luoghi più belli della Cina. Amandayan è la base perfetta per esplorare la città, vivere la cultura degli indigeni Nakhi e ammirare le spettacolari attrazioni naturali della regione come il Tiger Leaping Gorge.

Come in tutti i Resort Aman, il design di Amandayan è stato ispirato dallo stile tradizionale dell’architettura Nakhi e si integra armoniosamente nella città e come ha dichiarato Olivier Jolivet, CEO di Aman: “Aderendo alla filosofia Aman, questa struttura si trova in una location unica nel suo genere, esplora ogni aspetto della sua storia e fonde insieme la cultura, il comfort e un tocco di carattere per creare un rifugio che si integra realmente con i dintorni”.



Le suites sono decorate con materiali e tessuti del luogo, come il pino Yunnan che proviene da Shangri-La, i ricami Nakhi e le elaborate sculture floreali in legno Dongba, e con decorazioni di uccelli e altri motivi che prendono ispirazione dalla natura. La parola Dongba si riferisce ai sacerdoti del popolo Nakhi per i quali l’armonia tra uomo e natura è fondamentale. I pavimenti in pietra invece vogliono ricordare la prossimità del resort alle montagne. I mobili di Amandayan sono realizzati in olmo che proviene dalla regione di Don Bei.

Grazioso ed elegante, con linee pulite e semplici il resort è in stile contemporaneo, ma inconfondibilmente cinese. Una parte speciale del resort è il ben conservato Wenchang Palace situato in un cortile tradizionale che risale al 1725. Il Palazzo era usato come sala d’esame per gli studenti che volevano sostenere il famoso esame di ammissione per accedere al servizio civile cinese.
Amandayan offre un’ampia scelta di piatti per tutti i palati: la Lounge, situata accanto alla reception principale, è aperta tutto il giorno e serve cucina Occidentale ed Asiatica preparata con prodotti locali.

Aperto a pranzo e a cena, il ristorante Man Yi Xuan è dedicato alla cucina Cantonese e Yunnan, e utilizza freschissimi prodotti locali di stagione. A pranzo è servito anche un menu dim sum. La sala può ospitare fino a 88 invitati e include quattro sale private.
La Tea House serve spuntini tradizionali cinesi, all’interno e all’aperto, con una vista che non si dimentica sulla Città Vecchia. La tea House è aperta anche di sera per aperitivi e cocktails.

L’Aman spa di Amandayan comprende sei spaziosi sale per i trattamenti, ognuna con un’area relax privata. Le due sale doppie per i trattamenti umidi hanno tavoli in pietra riscaldati, bagno turco, zone doccia e vasche da bagno in legno. Sono utilizzate per trattamenti scrub, impacchi e alcuni tipi di massaggio. Il ricco menù della spa attinge alla Medicina Tradizionale Cinese, offrendo anche i benefici naturali della gamma di prodotti per la pelle Aman Spa, privi di elementi chimici. I trattamenti che prendono ispirazione dal luogo includono il massaggio Tui Na che aiuta a migliorare la circolazione e la flessibilità attraverso le tecniche dello stretching in stile Yoga e quelle della digitopressione.
All’interno del cortile del complesso della spa si trova la piscina lunga 20 metri riscaldata tutto l’anno. Il resort offre anche uno studio di Yoga e di Pilates e un’ampia palestra attrezzata con le nuove macchine Technogym.

Altre strutture includono la libreria, collocata nell’atrio dell’edificio della reception, con libri sulla storia e la geografia locale e sulla cultura Nakhi. Sono presenti anche una sala per i meetings, situata vicino alla libreria, e un Cinema privato all’avanguardia unico a Lijiang.
L’armoniosa fusione di culture e religioni che si può trovare a Lijiang significa festival durante tutto l’anno, quando la città si anima di colori e celebrazioni. Il Festival Bangbang, per esempio, si svolge durante il Nuovo Anno Lunare, mentre il Torch Festival a Giugno riempie la città di
luci, canzoni e danze. Amandayan può organizzare attività culturali ed escursioni a Lijiang così come in luoghi più lontani per ammirare le bellezze naturali della regione e i suoi storici villaggi.

Amandayan si aggiunge alle proprietà di Aman già esistenti in Cina: Aman nel Summer Palace di Beijing e Amanfayun a Hangzhou. Tutti gli Aman hanno molto in comune, dalla loro superlativa ospitalità, dalla vicinanza a luoghi che fanno parte del patrimonio dell’UNESCO. Ma
sono anche ognuno diverso e riflettono il paesaggio unico che li circonda in termini di cultura, storia e geografia.

Aman è stata fondato nel 1988 con l’intento di creare un gruppo di intimi rifugi caratterizzati dalla sobrietà e dalla calda ospitalità tipica di una gradevole residenza privata. Amanpuri (luogo di pace) a Phuket, in Tailandia, fu il primo a introdurre il concetto. Da quel momento in poi
Amanresorts si è espanso e ad oggi comprende 28 resorts situati in Bhutan, Cambogia, Cina, Francia, Giappone, Grecia, Indonesia, India, Italia, Laos, Montenegro, Marocco, Filippine, Sri Lanka, Tailandia, Turchia, nelle isole di Turks & Caicos, negli Stati Uniti d’America e in
Vietnam.

Amandayan è in una fase di soft opening.

Per informazioni:
Amandayan
29 Shishan Road,Gucheng District, Lijiang, Yunnan (China)
tel +86/8885339999
amandayan@amanresorts.com
www.amanresorts.com.