HOTEL, SPA & CO

MIO, nuovo bar di Milano

Al Park Hyatt di Milano apre il bar e bistrò Mio. Che si preannuncia luogo chic per aperitivi, cene gourmet e dopocena

Al Park Hyatt di Milano apre il bar e bistrò Mio. Che si preannuncia luogo chic per aperitivi, cene gourmet e dopocena

Un anno fa esatto, il Park Hyatt di Milano ha incaricato l’architetto Flaviano Capriotti di ridisegnare la zona del ristorante e bar, dando maggior centralità al bar sia nella vita dell’hotel sia come punto di riferimento per il pubblico milanese.

Oggi il nuovo spazio è pronto con un design contemporaneo, ricco di rimandi alla storia milanese, come luogo di contatto tra la Cupola Lobby Lounge e il ristorante VUN dello chef Andrea Aprea. È un ambiente informale e alla moda, dove ci si incontra volentieri per un pranzo di lavoro al buffet o per un dopo lavoro, anzi per qualunque momento dalla prima colazione con frullati e centrifugati espressi, all’aperitivo con 8 assaggi preparati da Aprea (dalle 18.30 alle 22.30), alla cena e al dopo cena.

Tre gli spazi principali: una sala con un grande bancone al centro in marmo verde, olmo e ottone spazzolato, un’installazione luminosa in policarbonato ambra in una cornice di rovere scuro, marmo spazzolato Light Emperador per il pavimento e tessuto in bronzo e acciaio alle pareti; la Sala dei legni, più intima, rivestita con boiserie, con divani e poltrone avvolgenti, in tessuto spigato e velluto. Dalla Sala dei legni si accede al Bistrò, con grandi finestre che guardano verso la Galleria Vittorio Emanuele II, divani e poltroncine attorno a tavolini bassi. Tessuti, arredi e complementi sono stati realizzati dall’architetto in esclusiva per Park Hyatt Milano.

Cambiamenti a parte il Mio mantiene i suoi bravi mixologist famosi per i cocktail strabuoni, ai quali si aggiungono nuovi drink a base di grappa italiana, e una selezione di distillati e whisky.

Nell’ottica di migliorare la qualità e l’esperienza è stata creata la miscela di caffè Santo Domingo Barahona AAA, studiata con Caffè Giordano e sono state ridisegnate le divise del personale dal sarto Santo Barillà. Un dettaglio questo che potrebbe sembrare superfluo e invece contribuisce a creare l’atmosfera elegante ma informale del nuovo locale.

Park Hyatt Milan
via Tommaso Grossi 1, Milano
milan.park.hyatt.com