GOURMET

Vino=cultura

La produzione dello Zibibbo di Pantelleria diventa patrimonio Unesco. È la prima volta che il titolo viene riconosciuto a una pratica agricola


La vite ad alberello di uva Zibibbo di Pantelleria entra nella Lista dei patrimoni culturali dell’Umanità con voto unanime della commissione. Ci sono voluti quattro anni per raggiungere l’obiettivo, ma al momento del voto, tutti i 161 Stati sono stati d’accordo nel riconoscimento di Pantelleria, dimostrando inoltre la forza culturale dell’Italia, che è anche la prima al mondo ad avere una “pratica agricola” come patrimonio dell’Umanità.

Lo Zibibbo di Pantelleria, dove si coltiva ancora la vite ad alberello, ha origini nordafricane e fu introdotto nell’isola siciliana dai Fenici. I grappoli vengono raccolti tardivamente per concentrare gli zuccheri e ottenere le caratteristiche liquorose del vino, e prima della pigiatura vengono stesi ad asciugare su graticce di legno millenarie.