DESTINATIONS

Quel che resta del pianeta

La mostra personale della pittrice turca Yaprak Akinci è a Roma fino all’11 dicembre

Di Redazione Roma

Presso lo spazio espositivo dell’Ufficio Cultura e Informazioni della Ambasciata di Turchia a Roma in Piazza della Repubblica 55-56, si inaugura la mostra “Residuo – Ciò che rimane da un’epoca sepolta” della pittrice turca Yaprak Akinci.
La mostra resta a disposizione del pubblico fino all’11 dicembre 2014 negli orari di apertura degli uffici.

Yaprak Akinci nasce ad Istanbul nel 1984. Studia all’Università di Belle Arti Mimar Sinan e opera nella grafica pubblicitaria, fotografia, cinema e incisione. Appena laureata, si trasferisce a Roma per la specializzazione in grafica d’arte all’Accademia di Belle Arti dove la pittura si pone al centro della sua produzione artistica.

Attraverso la lunga e lenta osservazione della sua città natale, l’artista è testimone dell’irrefrenabile crescita architettonica, mentre i rapidi e frenetici cambiamenti nei dintorni fecondano la sua opera.

In “Residuo – Ciò che rimane da un’epoca sepolta”, la sua prima mostra personale, l’artista mira a rappresentare uno stato futuro della nostra terra, che troviamo secca, consumata e spenta. Un mondo ormai senza vita in cui gli unici elementi in grado di ricordarci il passato sono i resti delle costruzioni dell’uomo. Ma dell’uomo non resta niente.

Orari mostra – 9.00 – 17.00 (dal lunedì al venerdì)
Piazza della Repubblica 55/56, Roma
Ingresso gratuito.