Europe

La notte bianca di Parigi

Il 4 ottobre un’edizione dedicata all’arte contemporanea con un progetto che trasforma gli spazi pubblici della città

Il 4 ottobre un’edizione dedicata all’arte contemporanea con un progetto che trasforma gli spazi pubblici della città

Di Teresa Cremona

Il progetto ideato dal Directeur Artistique José-Manuel Gonçalves, è pensato come una grande passeggiata artistica nel cuore di Parigi con le istallazioni di cinquanta artisti internazionali posizionate in spazi pubblici e parchi. Quindi Street art e Arte interattiva che vanno ad aggiungersi alla visita dei numerosi musei che aprono le loro porte al pubblico in questa notte di festa.

Il cuore della “Randonnée” è all’Hôtel de Ville dove Motoi Yamamoto espone una sua installazione labirinto. L’artista che vive e lavora a Tokyo è conosciuto come l’artista del sale, (il sale simbolo di vita e di purificazione) e compone le sue opere sempre di grandi dimensioni, con gesti simili ai mantra ripetitivi dei monaci

A pochi passi dall’Hotel de Ville, al magazin BHV, sarà proiettato un video del direttore della fotografia, Tsai Ming-liang. Poi sempre nel 4° arrondissment si possono ammirare altre venti installazioni sotto il titolo di “Les future composés” .

Gli altri punti focali per la passeggiata serale sono il Pantheon nel 5 °, Parc Montsouris nel 14°, Montparnasse e Hôpital Necker nel 15°, Parc Georges Brassens nel 15 ° e lungo la Senna tra la Gare d’Austerlitz e Gare Masséna nel 13 °.

Il tema per l’area intorno al Pantheon è l’umanità con il titolo di “ceux que nous sommes” con sculture e anche presentazioni di danza e musica.

L’area che si estende dalla Gare d’Austerlitz all’antica Gare Masséna è dedicata ai giovani artisti. Il titolo di questa sezione è “art contemporain OPEN STREET musée” e vi prendono parte artisti come Swoon, Borondo, Tristan Eaton e Jan Vormann noto per i suoi interventi di restuaro di monumenti fatiscenti effettuati con blocchi di Lego.

Parc Montsouris sarà una miscellanea di luci e natura e arte. Il titolo di questa parte del programma è “à la lumière des Arbres”.

Durante il Secondo Impero (1852), fu costruita intorno a Parigi una piccola linea ferroviaria chiamata la Petite Ceinture, era usata per il trasporto di merci e passeggeri. I binari sono stati trasformati in spazi verdi pubblici e sono a pochi passi dal grazioso Parc Georges Brassens nel 15 °. Questa sezione del percorso si chiama ” “je perf’ ils perfs’… nous dansons”

La zona vicino Tour Montparnasse è dedicata alle famiglie. Tuttavia, si prega di non trascurare questa sezione pensando che sia solo per i bambini. Jean Tossan vi espone una sorprendente installazione di luci cilindriche e François Morellet una installazione luminosa che promette di essere ugualmente interessante.

Per informazioni:
www.paris.fr.