Italy

Parolario 2014

Il tema della 14°edizione dell’evento è “Il gusto ritrovato. Nutrire il corpo, coltivare l’anima” in stretta connessione con quello dell’Expo2015

A Como dal 29 agosto al 6 settembre

di Redazione

Nuovo appuntamento di fine estate con la cultura, i libri e la lettura di Parolario: la quattordicesima edizione si svolgerà a Como dal 29 agosto al 6 settembre con alcune importanti novità.Villa Gallia è la nuova sede scelta per ospitare gli incontri: costruita nel 1615 dall’abate Marco Gallio sulle rovine della villa-museo dell’umanista Paolo Giovio, è una delle ville più antiche della città e da 60 anni è di proprietà della Provincia di Como. In occasione di Parolario verrà eccezionalmente aperto il cancello che si affaccia sulla passeggiata a lago, e il pubblico potrà quindi accedere direttamente dai giardini della Villa. Villa Gallia si aggiunge così alle altre sedi principali dell’evento: Villa del Grumello, che quest’anno ospiterà incontri legati alla cultura del cibo e del verde, e Villa Sucota/FAR, presso cui si terranno incontri sull’arte, sul design, sulla politica e sulla storia. La giornata conclusiva di Parolario 2014 si terrà invece all’Hangar dell’Idroscalo di Como, sede dell’Aero Club Como, un’interessante opera razionalista di Carlo Ponci e Giuseppe Terragni realizzata tra il 1931 e il 1934 sulla passeggiata a lago.

Tra le novità di questa edizione si segnala anche la collaborazione con la rivista di critica letteraria Satisfiction: sedici incontri che vedranno alternarsi personaggi della cultura e dello spettacolo italiani, tra cui il regista Ferzan Özpetek, Monica Guerritore, Selvaggia Lucarelli, Federico Roncoroni, Giuseppe Sgarbi con Elisabetta Sgarbi e Vittorio Sgarbi, ma anche Giorgio Gherarducci e Marco Santin della Gialappa’s Band che, insieme alla conduttrice Flavia Cercato e al critico letterario Gian Paolo Serino, commenteranno in modo ironico e divertente alcuni capolavori della letteratura coinvolgendo anche il pubblico, e Alain Mességué, che presenterà in anteprima mondiale il suo ultimo libro “Anche io so sorridere” in uscita a maggio 2015.

Per la prima volta, inoltre, Parolario organizzerà due incontri in collaborazione con PiazzaParola, festival di letture e incontri con scrittori contemporanei che si tiene a Lugano (Svizzera) nel mese di settembre: saranno infatti presenti Michele Amadò, con il suo libro “Nient’altro che 5 minuti” e Lorenzo Buccella, che parlerà del racconto “I democratici”, uscito su Bloc Notes, rivista letteraria della Svizzera italiana.

IL GUSTO RITROVATO: NUTRIRE IL CORPO, COLTIVARE L’ANIMA
Il tema di questa quattordicesima edizione sarà il gusto, nel senso più ampio del termine: non solo gusto legato ai sapori della tavola ma inteso anche come sensibilità alla bellezza naturale e come capacità di cogliere il bello nell’arte. Un tema scelto in stretta connessione con quello dell’importante appuntamento che aspetta Milano e la Lombardia l’anno prossimo: l’Expo 2015, dal titolo “Nutrire il Pianeta. Energia per la vita”. E come Expo, anche Parolario si confronterà con il problema del nutrimento dell’uomo e della terra, partendo dall’acqua, fonte primaria della vita, che sarà al centro dell’incontro con Francesco Occhiuto, direttore del Parco del Lura (parco che si estende per quasi 1.500 ettari e interessa 12 comuni tra Bulgarograsso e Linate, percorso per tutta la sua lunghezza dal torrente Lura). Come ogni anno, il tema sarà declinato in molti modi e quindi non mancheranno gli incontri con filosofi e poeti, oltre alla rassegna cinematografica a chiusura di ogni giornata del festival.

SOSTENIBILITÀ E CULTURA DEL VERDE
Il secondo filone di incontri che si terranno a Villa del Grumello, oltre a quello legato alla cultura del cibo, è dedicato al mondo del verde, del giardinaggio e dell’orto. Un viaggio tra giardini, piante e fiori con l’attrice-giardiniera Lorenza Zambon, che proporrà delle particolari “Lezioni di giardinaggio planetario” partendo da un pugno di terra per arrivare alla scala planetaria, passando per orti da passeggio e aiuole resuscitate. Valter Pironi e Arturo Croci daranno invece dei consigli pratici per imparare e vivere e mangiare bene coltivando l’orto: perché fare l’orto è bello, buono e, soprattutto, insegna a vivere. Durante l’incontro sarà dato anche ampio spazio al pubblico di Parolario per domande, dubbi, consigli pratici e suggerimenti. Sarà un incontro speciale quello con Attilio Selva, dedicato ai “Tartufi d’Italia”: si scopriranno le diverse specie raccoglibili nell’intero territorio nazionale, con approfondimenti anche sulla coltivazione e sull’addestramento dei cani da tartufo. Infine, il professor Mario Colombo, Sara Savoldelli, ricercatore alla Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Milano, e Matteo Maspero della Fondazione Minoprio parleranno di come l’impiego dello scarto verde (verdure e frutta) derivante dalla selezione della grande distribuzione, degli ortomercati e delle aziende agricole, possa essere trasformato in proteine impiegando gli insetti come strumento per la valorizzazione di tali scarti.

TEMI SOCIALI
Parolario 2014 affronterà anche temi di grande attualità e importanza sociale: si parlerà di fine vita e di libertà e autonomia della persona in un incontro a più voci a cui parteciperanno Beppino Englaro, Mina Welby, il dottor Mario Riccio, don Stefano Cucchetti, il giornalista Armando Torno e l’avvocato Marcello Iantorno; ma anche di violenza domestica con Licia Badesi, Vittorio Nessi e Carolina Rimoldi, rappresentante di Telefono Donna, e di procreazione assistita con il libro di Annarita Briganti, “Non chiedermi come sei nata”.

ARTE E DESIGN A VILLA SUCOTA
A Villa Sucota/FAR l’architetto e designer Riccardo Blumer parlerà di design ispirato al cibo, durante l’incontro “Il cibo è la sua forma”. Blumer, autore della seduta ergonomica Entronauta, nata osservando il guscio di un uovo, oggetto di perfezione e funzionalità della natura, cercherà di spiegare perché un designer vede nel cibo l’immagine migliore della relazione tra i processi fisici e la bellezza.

ACTIVE ZONE, LE INSTALLAZIONI INTERATTIVE
Per la prima volta in occasione di Parolario, gli studenti dei corsi accademici del Dipartimento di Musica Elettronica del Conservatorio di Como realizzeranno tre installazioni interattive che inviteranno il pubblico a ritrovare il gusto di condividere esperienze sensoriali ed emotive, il gusto dell’interazione sociale e della cooperazione, il gusto di giocare, il gusto di risvegliare l’essere creativo che ognuno di noi tiene gelosamente nascosto e che non teme di porre uno sguardo critico sul mondo che lo circonda. La fruizione dell’installazione interattiva avverrà tramite il coinvolgimento partecipativo dello spettatore, il quale si assumerà così un ruolo di “interprete” o anche di “co-autore” dell’opera nel momento in cui accetterà di immergersi nell’esperienza poliedrica progettata dall’artista. Villa del Grumello ospiterà le installazioni “Il piatto”, a cura di Brian Burgan, e “Social Pollution”, a cura di Alessandro Arban e Brian Burgan, mentre Massimo Colombo e Sergio Longhitano realizzeranno “Shape” presso l’Hangar. Le installazioni sono realizzate in collaborazione con Conservatorio di Como – Dipartimento di Musica Elettronica, Laboratorio Creativo Geppetto e Camera di Commercio di Como.

More info:

Tutti gli incontri di Parolario sono a ingresso libero.
Il programma potrebbe subire variazioni. Per aggiornamenti in tempo reale consultare il sito www.parolario.it, Facebook o Twitter.

info@parolario.itwww.parolario.it
Facebook: facebook.com/Parolario