DESTINATIONS

Collisioni

Il primo festival agrirock italiano torna a Barolo il 19 e 20 luglio

Il primo festival agrirock italiano torna a Barolo il 19 e 20 luglio

Di Teresa Cremona

“Collisioni” 2014, il primo festival agrirock nato in Italia, che il terzo fine settimana di luglio raduna nel paese di Barolo grandi nomi della musica e della letteratura provenienti da tutto il mondo assieme a cantine e produttori di tipicità piemontesi e italiane.
Tra i tanti artisti presenti alla manifestazione, del calibro dei Deep Purple, Neil Young, Elisa, James Hellroy, il Premio Nobel Herta Müller, il festival riserva ampio spazio, nelle giornate di sabato 19 e domenica 20 luglio, a un progetto di “Wine & Food” con vini e specialità gastronomiche quali i formaggi Dop, le nocciole di Cravanzana, le grandi carni piemontesi, protagonisti di degustazioni al Tempio dell’Enoturista e all’Enoteca Regionale del Barolo.

Sabato 19 luglio, le aziende della società Mondodelvino SpA mettono in mostra le loro etichette durante due incontri aperti al pubblico, su prenotazione, a cui interverranno giornalisti e critici internazionali.
Alle 16.30, al Tempio dell’Enoturista, Cuvage presenta il suo Metodo Classico Rosé a “Il Nebbiolo alla conquista dell’oriente”, moderato da Fernanda Roggero di “Il Sole 24 Ore”, che vede la partecipazione di Toshio Matsuura (Wands, Japan), Young Shi (Taste&Spirit, China), Gao Xiang (Taste&Spirit, China), Mauro Fermariello (scrittore), Charles Curtis (Master of Wine, USA). Alla stessa ora, all’Enoteca Regionale del Barolo, è la volta invece di “Un incontro inaspettato. Metti una sera a cena… pizza e vino”, appuntamento di abbinamento pizza e vino, dove Barone Montalto porta l’Ammasso Rosso Terre Siciliane IGT. Saranno presenti: Fabio Turchetti (Il Messaggero), Alessandro Bocchetti (Gambero Rosso), Bernard Burtschy (Le Figaro, France), Brian St.Pierre (Decanter, England), Massimo Giovannini della pizzeria Apogeo.

La serie di incontri dedicati al wine & food è stata curata quest’anno dallo scrittore e wine writer dell’International Wine Cellar di Stephen Tanzer e di Decanter, Ian D’Agata, consulente scientifico anche di Vinitaly International. Un ricco parterre di trenta critici e esperti internazionali di vino, provenienti da tutto il mondo, danno vita a conferenze aperte al pubblico sui grandi vini del Piemonte e delle altre due regioni italiane ospiti, il Friuli Venezia Giulia e la Lombardia. I partecipanti possono incontrare oltre sessanta produttori e conoscere ed assaggiare alcuni dei migliori vini piemontesi, dal Barolo alla Barbera, al Barbaresco, al Dolcetto, alla Nascetta fino all’Arneis, assieme ai grandi vini bianchi friulani e alle bollicine Metodo Classico dell’Oltrepò Pavese.

Tra gli esponenti di spicco del mondo del vino sono presenti a “Collisioni” 2014: l’editor di Decanter Steven Spurrier, il food editor di Decanter Brian St.Pierre, Bernard Burtschy di Le Figaro, Il Master of Wine newyorkese Charles Curtis, Cathy Huyghe del Forbes Magazine USA e numerosi altri giornalisti esteri ed italiani.
Una particolare attenzione è data anche ai Paesi emergenti come Cina, Giappone, Corea, Lituania con la partecipazione di giornalisti ed esperti asiatici. Inoltre intervengono gli chef Davide Oldani, Enrico Crippa, Cristina Bowerman, i giovani cuochi Christian Milone, Eugenio Boer e Giuseppe Iannotti, che parlano delle nuove frontiere nella cucina internazionale.

I posti per i vari incontri sono limitati.
Per informazioni e prenotazioni: info@enotecadelbarolo.it
Per informazioni sul festival: www.collisioni.it.