Europe

Non solo convegni

Inaugurato a Losanna il Swiss Tech Convention Centre: è il primo centro convegni costruito in un campus universitario. Ed è uno dei più futuristici al mondo

Inaugurato a Losanna il Swiss Tech Convention Centre: è il primo centro convegni costruito in un campus universitario. Ed è uno dei più futuristici al mondo

di Roberta F. Nicosia

“Not just another convention centre”. Con queste parole è stato presentato giovedì sera, 3 aprile, a Losanna il nuovo avveniristico Swiss Tech Convention CentreSTCC, completamente automatizzato, uno dei più avveniristici centri conferenze del mondo. (http://youtu.be/9Pznj-KM1J8)

La struttura, progettata dallo studio di architettura Richter Dahl Rocha, si staglia con la sua silhouette sfaccettata e avveniristica all’estremità settentrionale del campus dell’Ecole Polytechnique Fédéral de Lausanne – EPFL (www.epfl.ch), centro universitario di ricerca biomedica, tecnologica e scientifica tra i più avanzati d’Europa e del mondo, che con questo nuovo strumento riafferma la sua posizione di preminenza all’interno della comunità scientifica europea.

E qui sta la sua doppia valenza. Concepito per accogliere i congressi scientifici dei professori dell’EPFL, ma anche convegni e conferenze di aziende e istituzioni locali e internazionali, l’STCC si pone anche come una piattaforma di comunicazione e di scambio per i progetti dell’EPFL, e mette in pratica alcune delle invenzioni che sono state concepite e sperimentate all’interno del campus stesso.

La facciata ovest del centro, ad esempio, utilizza per la prima volta all’esterno, su una superficie di 300mq, i pannelli fotovoltaici colorati sviluppati secondo l’invenzione del professor Graetzel, che possono funzionare anche in verticale e si basano a grandi linee sull’osservazione della fotosintesi. Dimostrando il potenziale di questo tipo di cellule, e testandone la loro valenza, questo progetto rappresenta la prima tappa per la loro produzione e utilizzazione su grande scala, e il centro convegni diventa così a suo modo laboratorio scientifico e parte integrante della ricerca scientifica del campus.

L’STCC, finanziato da due fondi immobiliari del Credit Suisse, integra altre soluzioni estremamente innovative. La particolarità più apprezzata dagli organizzatori di convegni sta nell’applicazione su grande scala della tecnologia canadese Gala System, che permette in poche decine di minuti di far scomparire totalmente le 3.000 sedie dell’auditorium principale sotto il pavimento, usando un semplice comando di un computer, per trasformare l’anfiteatro in una grande sala banchetti di 1.890 mq. La modularità di questo sistema permette di ottenere in pochi minuti diversi auditori di 330, 468, 1670, 2135 o 3000 posti. A livello del giardino, un’altra grande sala di 1.500 mq può essere suddivisa in 5, 10 o 15 sale da 40 a 200 posti, prestandosi così ad ogni tipo di utilizzo nel campo dei seminari, dei convegni e delle esposizioni.

Il centro convegni si trova all’interno del Quartier Nord, progettato dallo stesso studio di architettura, un complesso che include un hotel di 66 camere, lo SwissTech Hotel, alcuni negozi, bar e ristoranti e un edifico di 516 camere per studenti, già tutte occupate, che rendono il polo di ricerca universitario EPFL un luogo che finalmente non si spegne dopo l’ultima lezione.

Swiss Tech Convention Centre
www.tstcc.ch

Ufficio del Turismo di Losanna
www.lausanne-tourisme.ch