DESTINATIONS

Milano nuova e di design

Il cielo sopra Milano nelle foto di Davide Biagi e gli indirizzi per scoprire e vivere il meglio della città durante la design week (8-13 aprile)

Durante la design week (dall’8 al 13 aprile) Milano è al massimo splendore: un po’ la primavera, un po’ gli eventi del Salone del Mobile, un po’ le novità architettoniche…Da vedere!

[slideshow id=232]

Fotografie di Davide Biagi (http://500px.com/DavideBiagi), testi di Sara Magro

Milano è la capitale del design italiano, e in vista dell’Expo 2015 ha un’aria molto più contemporanea. Si sentono circolare idee, novità, sogni. Basta alzare gli occhi per vedere lo skyline in metamorfosi e abbassarli per contare i cantieri al lavoro in Zona Garibaldi (nelle foto di Davide Biagi) ed entrare nei locali, nelle gallerie e negli store giusti per cogliere la personalità creativa della città. Da anni, il momento più vibrante è il Fuorisalone (8-13 aprile; fuorisalone.it) che, nato come satellite del Salone del Mobile, è il vero appuntamento col design internazionale. Esposizioni, eventi, mostre sono sparsi un po’ ovunque, ma i luoghi clou sono Zona Tortona, ex area industriale recuperata, Zona Ventura con i temporary events, gli studi dei giovani, il Brera Design District, con la più alta concentrazione di showroom di design non solo a Milano ma in tutta Italia. Moroso, Boffi, e tanti emergenti (breradesigndistrict.it). Luxury24 suggerisce zona per zona gli indirizzi dove dormire, mangiare, bere un drink, fare shopping, vedere una mostra, concedersi una pausa….

ZONA TORTONA E NAVIGLI

Via Tortona, via Savona e strade affluenti sono un’esposizione via l’altra nelle fabbriche trasformate in hotel di design, showroom della moda e teatri dei grandi appuntamenti milanesi.

Non solo dormire

Nhow Hotel Chi soggiorna in questo hotel di grandi spazi e allestimenti di design desidera una full immersion 24/24h nel Fuorisalone. Si trova a metà di via Tortona e durante la Design Week ospita  esposizioni e installazioni.

Maison Borella Intanto la posizione: è in uno degli scorci più caratteristici di Milano; si entra dall’Alzaia Naviglio Grande, dove si affacciano anche alcune camere. Inoltre: è una tipica casa di ringhiera milanese con i ballatoi e la corte, e gli interni ricordano le case semplici ma estrose dei bohémien che vivono e lavorano nei dintorni. Per chi ama far tardi la sera c’è “sotto casa” il risto-bar Turbigo

Dove andare, cosa fare

Al Fresco Era un magazzino industriale, poi un negozio di arredi da giardino e ora è un ritrovo per un bicchiere di rosso o un piatto di Kokichi Takahashi, braccio destro degli chef di Aimo e Nadia. In estate si sta all’aperto tra ciliegi, glicini e caprifogli.

Carlo e Camilla in Segheria È il nuovo ristorante a prezzi giusti di Carlo Cracco, giudice di Masterchef Italia, e conduttore di Hell’s Kitchen (via Meda 24).

Turbigo I tavolini apparecchiati sull’Alzaia Naviglio Grande, e un menu che va dalla prima colazione alla cena. Che buono il risotto allo zafferano con genovese, dello chef Raffaele Lenzi. Si consiglia di tenere un “angolino” per i dolci.

Design Library È la prima biblioteca italiana del design con 5000 volumi donati da Anna e Giulio Castelli (fondatori della Kartell), e da Cristina e Massimo Morozzi (quello di Archizoom). Si trova qui il draft del Moma per la mostra The new italian landscape che nel 1972 ha portato il design italiano sulla scena internazionale. Ogni giovedì conferenza sul tema; di giorno è caffè.

Spazio Rossana Orlandi Boutique, galleria d’arte, laboratorio, caffè e ristorante con cucina di Francesco Passalacqua. Durante la settimana del Design curano ogni anno una mostra al Bagatti Valsecchi in via Montenapoleone.

Nonostante Marras+Circolo Marras Spazio multitasking che comprende la vendita delle collezioni di Antonio Marras e all’occorrenza mostre, installazioni, presentazioni di libri e musica.

Mafalda86 Montature d’occhiali fatte a mano ispirate agli anni Cinquanta e Sessanta. Si trovano il modello da vista tipo Marcello Mastroianni e Henry Miller e i sunglasses che portava Audrey Hepburn quando andava a colazione da Tiffany. In tanti colori e fantasie classiche.

BRERA E CENTRO

Brera Design District (http://www.breradesigndistrict.it/index) è la definizione più appropriata per questo quartiere dove tra l’altro si trova l’Accademia di Belle Arti. È la zona di Milano con il maggior numero di atelier, showroom e gallerie. A due passi: Scala, Duomo e Quadrilatero della Moda.

Non solo dormire

Foresteria Monforte Solo tre camere in una casa elegante, a una passeggiata da piazza San Babila. La formula è quella del bed & breakfast che include la prima colazione (qui è servita in camera) e una piccola cucina a disposizione degli ospiti.

Dove andare, cosa fare

Dry Cocktails & Pizza In attesa di cenare, si ordinano drink vintage che poi si finiscono al tavolo insieme alla pizza.

La Triennale All’interno del Palazzo dell’Arte, complesso degli anni Trenta, è sede del Museo del Design dal 2007, di eventi, mostre e appuntamenti con l’arte contemporanea. Bella la libreria. Conviviale il caffè total white con una meravigliosa collezione di sedie di design; giardino sul Parco Sempione.

Museo Achille Castiglioni Le quattro sale si visitano con la guida di Giovanna, la figlia dell’architetto, che mostra l’archivio e alcuni dei prototipi, tra cui uno dei primissimi pezzi della famosa lampada Arco. Organizzano anche cene da abbinare alla visita.

Orto botanico Se si desidera una pausa dalla confusione nei giorni affollati del Fuorisalone, basta entrare in questa oasi di silenzio con fiori e piante rare, e un piccolo museo di astronomia. Come ogni anno, l’allestimento durante la Deisgn Week è curato da Interni.

Gallerie d’Italia Ora che hanno aperto la nuova ala dedicata al Novecento, le sale allestite nella ex sede della Banca Commerciale in Piazza della Scala sono una panoramica completa sulla storia dell’arte di Milano e Lombardia.

Excelsior Dietro al Duomo, lo store ha 4 piani dedicati alle tendenze, dal cibo agli accessori, dalla tecnologia alla moda. Un intero piano è dedicato ai cibi regionali di qualità.

Fornasetti Il negozio è una galleria zeppa di tutti gli oggetti ideati dal disegnatore, grafico, decoratore milanese: vassoi, portamombrelli, carte da parati, trumeaux, paraventi con soggetti sempre a metà tra il serio e il faceto.

PORTA NUOVA GARIBALDI

È qui il cantiere più importante e più grande di Milano, dove stanno cambiando lo skyline milanese.

Non solo dormire

Maison Moschino Nella “nuova Milano” l’hotel-omaggio allo stilista è un divertissement con letti, sedie, piantane vestiti con abiti da sera come per andare alla  Scala.

Dove andare, cosa fare

Scoprire Milano La nuova Milano è sparsa un po’ ovunque ma una delle zone a più alta densità di grattacieli, palazzi e piazze da poco finite di costruire si trova in zona Porta Nuova/Stazione Garibaldi/Corso Como. Per un giro in Piazza Gae Aulenti e alla Torre Unicredit di Cesar Pelli al nuovo blocco residenziale del Bosco Verticale di Stefano Boeri e le novità urbanistiche, si consigliano le visite guidate di Scoprire Milano, con storici dell’arte e architetti. Bello anche l’itinerario al Cimitero Monumentale, anch’esso in zona. Foto di Davide Biagi

Ceresio 7 Pools & Restaurant Per vedere la nuova Milano tutta insieme, bisogna salire all’ultimo piano dello store di DSquared2: bar, cucina del bravo Elio Sironi e piscina panoramica. Super comfort…

Eataly Il nuovo negozio di alti cibi italiani occupa i tre piani e la platea dell’ex Teatro Smeraldo.

VENTURA/LAMBRATEVENTURA

In cinque anni è diventata la zona emergente del Fuorisalone che la catapultata da periferia a centro della creatività a tempo determinato, quest’anno dall’8 al 13 aprile.

Dove andare, cosa fare

UPCycle Cafè In un ex garage abbandonato di Via Ampère c’è ora un ritrovo e internet-bar per ciclisti e non. Lo hanno aperto gli ideatori di UPCycle, versione a pedali dei pony express: consegnano merci in città esclusivamente in bicicletta.

Via Ventura 5 Nell’ex Faema trovano spazio le iniziative Ventura Projects, un circuito di imprese in cui lavorano grafici e designer, molti dei quali giovani. Durante il Fuorisalone si può entrare nei loro spazi passando per studi e gallerie d’arte d’importanza internazionale come la Massimo De Carlo. http://www.massimodecarlo.it/?&lang=ita

Scuola Politecnica di Design Nei giorni del Fuorisalone ospita sempre esposizioni interessanti. È uno dei posti dove fare un giro dall’8 al 13 aprile