Europe

Festa e cultura a Zurigo

Idea week end a Zurigo per festeggiare la primavera con la Sechseläuten e ammirare i disegni di Alberto Giacometti

Idea week end a Zurigo per festeggiare la primavera con la Sechseläuten e ammirare i disegni di Alberto Giacometti

Di Andrea Foschi

Il 28 aprile c’è un occasione speciale per una gita sul lago di Zurigo. Ogni anno le corporazioni e gli abitanti di Zurigo festeggiano la tradizionale festa di primavera: la Sechseläuten.

I festeggiamenti iniziano già di domenica con una variopinta sfilata di bambini. Il lunedì si svolge la festa principale: uomini e donne nei costumi storici delle corporazioni, 500 cavalli, 30 bande musicali e 50 carri e carrozze attraversano il centro fino alla Sechseläuten-Platz, sulle rive del lago. Qui, alle 18.00 si dà fuoco alla catasta di legna sulla quale troneggia il “Böögg”, un pupazzo di neve simbolico. Prima esplode la testa, più bella sarà l’estate.

Un’occasione in più per visitare una delle più importanti città della svizzera, ricca di luoghi ed eventi culturali imperdibili. Con oltre 50 musei e 100 gallerie, Zurigo  è uno dei principali centri al mondo per il commercio d’arte.

Fino al 25 maggio la Kunsthaus  ospita la mostra di  disegni ed acquarelli di Alberto Giacometti. La collezione familiare, pervenuta nel 2012 al Kunsthaus  grazie al lascito di Bruno Giacometti, è rappresentativa dell’intera produzione di Alberto Giacometti (1901-1966), dai primi anni a Stampa fino al periodo parigino. Vi si trovano delle copie delle opere di Dürer, Mantegna, Holbein e Hodler, realizzate da Giacometti tra i 12 e i 15 anni. Negli anni Venti seguì una serie di studi ispirati a sculture romane ed egizie. Negli anni Trenta nacque il suo interesse nei confronti di Matisse, Cézanne e Rodin con interpretazioni molto personali. In questa mostra è inoltre possibile ammirare significativi ritratti di membri della sua famiglia e diversi autoritratti. Completano la selezione alcuni paesaggi di Stampa e Maloja, nonché scorci del suo atelier e studi di figure degli anni Cinquanta e Sessanta.

Info:

www.myswitzerland.com –  www.zuerich.com – www.kunsthaus.ch

per raggiungere Zurigo in treno – www.ffs.ch