HOTEL COLLECTION BY TERESA CREMONA

Hotel Palazzo Victoria, Verona (Veneto)

Un palazzo nel centro di Verona costruito sulle fondamenta di un’antica dimora romana

Un palazzo nel centro di Verona costruito sulle fondamenta di un’antica dimora romana

Di Teresa Cremona

Hotel Palazzo Victoria: antico e moderno si fondono in quest’albergo situato nel centro di Verona, ospitato in un palazzo che nasconde nelle sue fondamenta i resti di un’abitazione di epoca romana con mosaici, colonne, capitelli, e che è quasi un piccolo ed esclusivo Museo. Al piano delle sale comuni, il geometrico e regolare disegno delle mura antiche è di epoca alto medioevale e si integra perfettamente con il bel restauro dell’architetto Alessandro Cesaracchio che nella hall ha posto una parete di granito bagnata da un velo d’acqua corrente e un campo d’erba assolutamente verticale.

La parte storica dell’albergo conserva intatta l’atmosfera di una casa privata mentre i nuovi ambienti sono comodi, ariosi, tecnologici e di design, ma sempre con quel tocco di ‘diseguale’ che fa sembrare ogni pezzo un unicum. E l’antico si mescola e si integra con il moderno, con le tecnologie e la funzionalità che la vita d’albergo richiede e gli alti soffitti a travi o a cassettoni, le scale con le balconate in ferro battuto, le tappezzerie e i mobili d’epoca, convivono con il design e con elementi di alto artigianato italiano.

71 camere e suite, arredate in modo classico, con boiserie bianche, tessuti a rivestimento delle pareti, mobili in stile o mobili d’epoca, per ambienti di piacevole accoglienza e soprattutto comodi da vivere. Il Ristorante Borsari 36 ha ingresso indipendente, le due sale sono di tono giovane e informale, e la cucina completamente e totalmente a vista, rappresenta una parte importante del decoro: la brigata al lavoro ne è fulcro e nucleo e gli ospiti ai tavoli sono gli spettatori-attori.

Carmine Calò è l’Executive chef (Carmine Calò è anche chef del ristorante stellato Michelin del Salviatino di Fiesole, albergo che appartiene alla stessa proprietà), qui a Verona ai fornelli è un suo giovane allievo, il souschef Saimir, di origine albanese. I suoi piatti sono ben eseguiti, le materie prime selezionate con cura, e il menu mette d’accordo un’ispirazione classica con una moderna interpretazione. Da non perdere la prima colazione, con la brigata a disposizione degli ospiti per preparare a vista ed al momento i piatti caldi richiesti e sul buffet, dolci e specialità, ma anche lieviti, fatti in casa così come le quiches e le focacce

Hotel Palazzo Victoria
via Adua 8, Verona
tel. 045590566
palazzovictoria.com.