ECOTOURISM

La Malesia è più green

Con i suoi sterminati parchi il Borneo malese è tra le principali destinazioni per l’ecoturismo nel mondo

Con i suoi sterminati parchi il Borneo malese è tra le principali destinazioni per l’ecoturismo nel mondo

Più della metà del Paese è ricoperto da foreste pluviali tropicali e una visita ai parchi naturali della Malesia è un’esperienza emozionante che consente di entrare in contatto con un habitat ancora selvaggio e che offre numerose opportunità di scoperta: dalle escursioni nella giungla alle scalate, dal rafting al birdwatching.

Il più grande parco nazionale della Malesia, il Taman Negara, si estende su una superficie di circa 4.344 km2 di foresta antica di 130 milioni di anni. Il periodo migliore per visitare il parco è la stagione secca da febbraio a settembre e la via più caratteristica per arrivare è risalire il fiume per 60 km su tipiche imbarcazioni con le guide locali che sono un prezioso aiuto per avvistare gli animali. Molte specie a rischio di estinzione, quali elefanti, tigri, leopardi e rinoceronti, si rifugiano in quest’area selvaggia.
Per i birdwatchers: ci sono 250 le specie di uccelli finora identificate. Tra gli esemplari più tipici, si possono vedere i buceri, leggendari volatili chiamati hornbills per via del loro caratteristico corno d’avorio.

Per un’esperienza ancor più autentica nel Borneo malese, i territori Sarawak e Sabah, sono regioni delle foreste primordiali, dove si trovano ancora comunità etniche locali e dove si possono avvistare le scimmie con la proboscide, endemiche del Borneo, nel loro habitat naturale.

Nel Sarawak, il Gunung Gading National Park è il posto migliore per ammirare la rafflesia, il fiore più grande del mondo, che può raggiungere un metro di diametro e fiorisce tutto l’anno, ma solo per pochi giorni per cui è veramente una rarità riuscire a godersi lo spettacolo di questa enorme corolla rossa.

Il Mulu National Park è il più esteso dello Stato, con grotte tra le più ampie al mondo, maestose montagne e spettacolari Pinnacoli, torri calcaree che si alzano per 70 metri in mezzo alla giungla.
Qui si trova il più grande passaggio sotterraneo esistente sulla terra: la Grotta del Cervo, che potrebbe contenere cinque cattedrali della dimensioni di quella di St Paul a Londra.

Nel Sabah, è da non perdere una visita al Centro di Riabilitazione degli Orang Utan di Sepilok. Fondato nel 1964, il centro è una delle quattro riserve di orangutan esistenti al mondo dove sono portati gli esemplari feriti o rimasti orfani per essere curati e reintrodotti nel loro ambiente naturale.

Il Kinabalu National Park dichiarato dall’UNESCO patrimonio dell’umanità con i suoi 4.093 metri è una delle cime più alte di tutto il Sud-Est asiatico, ma anche una delle più facili da scalare al mondo.
Infine, una crociera sul Kinabatangan, il fiume più lungo del Sabah, dove è facile avvistare tra le mangrovie le scimmie nasiche, i macachi e gli orangutan.

Il Tour Operator Hotelplan propone il pacchetto di 6 giorni/5 notti Sabah Meraviglioso una speciale estensione per esplorare la natura del Borneo.
La proposta include 5 pernottamenti in pensione completa e prevede:
1° giorno: Kota Kinabalu
Arrivo libero a Kota Kinabalu. Check-in in hotel 4* e tour al Night Market.
2° giorno: Kota Kinabalu – Monte Kinabalu
Escursione nel Kinabalu Park attraversando paesaggi suggestivi con villaggi e risaie dominati dal maestoso monte Kinabalu. Al pomeriggio visita al giardino botanico.
3° giorno: Monte Kinabalu – Sandakan
Partenza per le sorgenti d’acqua calda di Poring in cui è possibile immergersi o fare trekking camminando sopra un ponte sospeso fra gli alberi, prima di visitare il Labuk Bay Proboscis Monkey Sanctuary che ospita le scimmie dalla proboscide e dalla foglia d’argento.
4° giorno: Sandakan – Kinabatangan
Visita al Centro di Riabilitazione degli Orang Utan di Sepilok dove attraversando la vegetazione si raggiunge la piattaforma dove i rangers sorvegliano il pasto dei primati. Nel pomeriggio uscita in barca lungo il fiume Kinabatangan per osservare i grandi e piccoli animali che popolano la regione.
5° giorno: Kinabatangan
Giornata all’insegna di un’escursione in barca lungo il fiume e trekking nella natura per avvistare la fauna locale.
6° giorno: Kinabatangan
Dopo colazione trasferimento in aeroporto.
Tariffe a persona da € 1.231 in camera doppia – min. due partecipanti – con trattamento di pensione completa, trasferimenti ed escursioni come da programma.
Non sono inclusi i voli internazionali e domestici.
Per maggiori informazioni: www.hotelplan.it

Gli eco-parchi in Malesia sono:
Malesia Peninsulare
National Park, Pahang
Kuala Gandah Elephant Sanctuary, Pahang
Kenong Rimba Park, Pahang
Sungai Chilling Waterfall, Kuala Selangor, Selangor
Royal Belum Forest Reserve, Perak
Gua Tempurung, Perak
Kuala Gula Bird Sanctuary, Perak
Penang National Heritage Park, Penang
Kilim Geopark, Langkawi Island
Rantau Abang Turtle Hatchery, Terengganu
Redang Island, Perhentian Island, Gemia Island, Terengganu.
Sarawak
Bako National Park
Mulu National Park
Niah National Park
Batang Ai National Park
Lampir Hill National Park
Sabah
Sepilok Orang Utan Sanctuary
Kinabalu National Park
Tunku Abdul Rahman National Park
Danum Valley
Maliau Basin
Tabin Wildlife Reserve
Kinabatangan Floodplain, Sukau
Turtle Island
Gua Gomantong, Kinabatangan, Sabah.