HOTEL COLLECTION BY TERESA CREMONA

Palazzo Papadopoli, Venezia (Veneto)

Un elegante palazzo del ‘500 su Canal Grande è l’unico indirizzo italiano del marchio Aman

Un elegante palazzo del ‘500 su Canal Grande è l’unico indirizzo italiano del marchio Aman

Di Teresa Cremona

L’arrivo privilegiato è dal Canal Grande, l’hotel ha ovviamente un ingresso anche via terra, ma giungere dall’acqua è oltremodo romantico ed esclusivo.
Palazzo cinquecentesco, elegante, sontuoso, fu ristrutturato nel 1864 da Angelo Papadopoli che affidò all’architetto Girolamo Levi il progetto di un riammodernamento in stile neoclassico e anche della costruzione di un’intera ala e dell’aggiunta di un ampio giardino (Palazzo Papadopoli è l’unico ad avere 2 giardini sul Canal Grande).

Facciata classica con grande portale a tutto sesto, abbellita ai due piani nobili da eleganti serliane. Nell’illustre passato dell’edificio ci furono i Tiepolo di Sant’Aponal e nel secondo piano nobile si conservano gli affreschi di Giovanbattista Tiepolo e nella Suite Alcova si dorme sotto i dipinti del pittore veneziano, fra stucchi bianchi come zucchero filato e nuvole rosa e cieli azzurrini che danno visioni di infinito e sensazioni di allegra leggerezza, poi lacche, dorature e cineserie seconda la moda dell’epoca a decorare porte e salottino, e mobili di design minimale per il confort dell’ospite moderno.

Palazzo Papadopoli, da giugno è l’unico hotel in Italia del marchio Aman, ed è anche l’unico luxury hotel che conserva all’ultimo piano l’appartamento dove abitano tuttora i proprietari, il conte Gilberto Arrivabene Valenti Gonzaga e Bianca d’Aosta.
L’hotel ha ambienti vastissimi, sale e saloni dagli alti soffitti, finestre che affacciano sul Canal Grande e inondano di luce i pavimenti in terrazzato veneziano, pochissimi i mobili, assolutamente moderni, lineari, che si caratterizzano più per la loro funzione che per il loro design e lasciano all’architettura del palazzo, alla fuga dei sontuosi ambienti, il racconto di questa residenza unica.

La Biblioteca è interamente tappezzata con cuoio di Cordoba antico di 300 anni, le camere hanno porte antiche e senza numero per non deturparne i legni.
6000 mq restaurati in soli 18 mesi, si dice che i lavori eseguiti dall’azienda trevigiana Dottor Group (la stessa che si era occupata della trasformazione di Punta della Dogana) siano costati 30 milioni di euro.

24 camere, un bar, una spa e due ristoranti, (uno italiano ma con sapori fusion, l’altro giapponese), sala da ballo e sale per cene/riunioni private arredate secondo il progetto di Jean-Michel Gathy della Denniston Architcts. Ognuna delle 24 suite è un’opera d’arte a sé stante, i marmi antichi, gli affreschi, i legni istoriati, i lampadari originali, la scalinata imponente sono messi in risalto dai tessuti opalescenti e dagli arredi di design all’avanguardia e da una illuminazione ambientale accurata.
I prezzi vanno da un minimo di 1.000 euro a notte per la camera più semplice (minimo 50 metri quadri) a un massimo di 3.500 per la Suite Alcova Tiepolo, per il solo pernottamento, prima colazione a parte e solo à la carte, come il pranzo e la cena.

Palazzo Papadopoli
Calle Tiepolo 1364, Sestiere San Polo (Venezia)
tel. 0412707333
amancanalgrandevenice@amanresorts.com
www.amanresorts.com.