GOURMET

4 chef per la Caritas

Quattro chef e i migliori vini trentini per una serata di solidarietà a favore dei senzatetto della Caritas di Roma

Di Naida Caira

Luigi Cremona, Witaly, gli Amici della Caritas e Caritas Roma hanno dato vita a una serata e una cena di beneficenza
che ha coinvolto famosi chef del panorama internazionale e i grandi vini trentini. La casa famiglia Villa Glori ospita la sesta edizione dello speciale appuntamento quest’anno destinato alla raccolta fondi a favore della campagna “La porta è sempre aperta”.

Al solito i Giovani della FIC Federazione Italiana Cuochi, la più importante Associazione di Categoria del settore, coordinati dal responsabile Alessandro Circiello alla sua sesta volta tra i fornelli per la Caritas di Roma. Opinion leader ed esperto di benessere, docente di cucina, consulente culinario e chef per trasmissioni Rai, Mediaset e Sky, Alessandro è da tempo impegnato in iniziative e campagne volte ad affermare la salute legata alla cucina salutista.

L’antipasto è stato preparato dai due Chef del ristorante la Trota a Rivodutri di Rieti, 2 stelle Michel sulledizione di quest’anno. Enrico Derflingher, primo cuoco italiano a rivestire il ruolo di Chef della casa reale d’Inghilterra dal 1987 al 1990, ha cucinato il primo. A curare il secondo è stato invece Marco Martini, classe 1985,  fino a poco tempo fa braccio destro di Antonello Colonna e dal 2012 in cucina presso la “Stazione di Posta”, all’ex mattatoio di Roma, a ottobre è stato eletto Miglior Chef Emergente dell’anno. Infine Heinz Beck, che non ha bisogno di presentazioni, si è dedicato al dolce.

I vini presenti durante la serata: Trentodoc AlpeRegis Rotari Extra Brut Millesimato 2008, Trentodoc Ferrari Perlè 2007, Trentino DOC Muller Thurgau Petramontis 2012, Teroldego Rotaliano DOC Maso Scari 2010 e IGT Vigneti delle Dolomiti Vendemmia Tardiva Mandolaia 2010 La Vis.