DESTINATIONS

Sciare facile

In Val d’Isarco si organizzano pacchetti speciali per chi ha abbandonato lo sci e vuole riprenderlo

In Val d’Isarco si organizzano pacchetti speciali per chi ha abbandonato lo sci e vuole riprenderlo

Molte persone dai 30 ai 50 anni – dopo l’entusiasmo dell’adolescenza – non hanno un buon ricordo dello sci e non ne sono affatto interessate.
Oggi, però, il mondo dello sci è cambiato: piste vellutate, impianti veloci e confortevoli, attrezzi più corti e immediati da ‘capire’, scarponi più confortevol. Il ritorno allo sci può essere un’ipotesi molto più facile di quello che si pensa. Così in Valle Isarco, ci sono pacchetti speciali per questi ‘sciatori di ritorno’ (pacchetti adatti peraltro anche ai principianti assoluti), che ora vogliono rivivere una vecchia passione sportiva, magari assieme ai figli giovani che invece già sfrecciano sicuri: ‘Sciare facile – Tutto incluso’ è la proposta-novità della stagione invernale 2013-14 (che inizia il 6 dicembre 2013), valida dall’11 gennaio al 2 febbraio 2014 e dal 15 marzo a fine stagione (da 320€ a persona per 3 giorni tutto incluso, alloggio, skipass, materiali e corso di sci dedicato).

“In collaborazione con gli albergatori e il Consorzio Turistico abbiamo pensato a pacchetti speciali per gli adulti che avevano temporaneamente lasciato perdere lo sci, perché lo vivevano con stress, ma sono sempre stati indecisi se (ri)provarci. Ora lo possono fare in tutta sicurezza e tranquillità”, racconta Gunther Mair, direttore della Scuola Sci Valles/Jochtal, nell’area sciistica Maranza-Valles (Gitschberg-Jochtal), balconata naturale su mezzo arco alpino con 44 km di piste, una delle 5 aree della Valle Isarco insieme alla Plose, montagna di Bressanone con 43 km di piste, Racines-Giovo, 25 km, Monte Cavallo (16 km, la montagna di Vipiteno), Ladurns (15 km, in Val di Fleres, vicino a Colle Isarco). “Con l’ausilio dei materiali di ultima generazione che tutti i nostri noleggi sono in grado di offrire, l’allievo è assai facilitato” – spiega Mair.

Per chi scia abitualmente è scontato che da 15 anni gli sci siano sciancrati e corti, capaci di dare sensazioni forti e precise grazie alla maggiore facilità di conduzione e accelerazione sugli spigoli. Ma per chi ha appeso gli sci al chiodo anni fa il carving è ancora una novità…
I corsi, tra l’altro, prevedono un approccio anche psicologico, per favorire una ripresa graduale della confidenza e del feeling con lo sci e la neve. Anche con chi pensa di essere stato un discreto sciatore in passato, si riparte dall’abc in campo scuola e dalle piste facili (ma non sono più le interminabili giornate a ‘spazzaneve’) per aiutare a vincere la paura istintiva della pendenza. Su questo terreno facile si cerca di trasmettere i fondamentali dello sci: centralità, corretta angolazione e l’arresto in tutta sicurezza per i più insicuri.

Nel dettaglio, il pacchetto all inclusive prevede uno speciale corso di sci, per ‘riprendere la mano’, attrezzatura completa e skipass in uno dei vari comprensori sciistici della Valle Isarco nel quale si sceglie di soggiornare. Oltre al soggiorno in hotel o appartamento, con varie formule e proposte che variano da esercizio a esercizio.
A Bressanone e dintorni, il pacchetto in tre stelle è di 725€ a persona per 7 notti, e comprende lo skipass 6 giorni per la Plose, un corso di 5 giorni (due ore al giorno) e attrezzatura di ultima generazione per 6 giorni (sci, scarponi, racchette e casco). Stesso pacchetto in versione Short stay: 3 giorni, con skipass 3 giorni e corso di 3 ore, da 340€ a persona in camera con colazione (in albergo 3 stelle mezza pensione da 445€ a persona).

A Vipiteno lo stesso tipo di pacchetto 3 giorni parte da 320€ a persona con colazione in pensione due stelle (in tal caso lo skipass è per il Monte Cavallo).

Simili pacchetti sono disponibili anche soggiornando a Maranza-Valles (sci nell’omonima ski area), a Naz-Sciaves (sci a Maranza Valles), a Colle Isarco (sci a Ladurns), a Chiusa (sci alla Plose) e in Val di Funes (sci in Val di Funes – c’è una pista anche qui).