Zaha Hadid per il Me Dubai

Il gruppo Melià incarica l’unico Premio Pritzker donna per realizzare il suo primo hotel extra-lusso in Medio Oriente


Di Sara Magro per luxury24.ilsole24ore.com

Appena un anno dopo l’inaugurazione del Me di Londra progettato dalla studio di Sir Norman Foster, il gruppo Melià annuncia una nuova collaborazione con un grande architetto: sarà Zaha Hadid a firmare il nuovo cinque stelle di lusso a Dubai, il primo in Medio Oriente, la cui apertura è prevista per il 2016.

Hadid ha tre anni per realizzare il suo primo progetto di albergo dalla “A alla Z” e lo farà all’interno della spettacolare cornice dell’Opus, una nuova architettura avveniristica nel quartiere di Burj Khalifa che si andrà ad aggiungere allo skyline di grattacieli di Dubai: due torri multiuso di cristallo alte 95 metri, collegate alla base da un corpo unico e trasparente di 21 piani, che di giorno assomigliano a un cubo monolitico con una caverna metaforica al centro, mentre al buio si trasformano in corpi cangianti per gli effetti colorati e i riflessi della facciata pixelata.

Per ora si conoscono con certezza solo i numeri del futuro Me di Zaha Hadid, e preludono a un hotel magnifico, di quelli che faranno parlare di sé a lungo: 72.600 metri quadrati, 100 camere, un ristorante con chef di nome internazionale. Anche qui gli ospiti sono assisiti da un Aura Manager, concierge che dispensa consigli per vivere bene il soggiorno, scegliendo indirizzi e visite su misura. In questo caso il servizio è esteso anche ai proprietari di chi all’interno dell’Opus Building possiede le quattro Penthouse (tutte con mega-terrazza) sopra l’hotel.

www.me-by-melia.com