GOURMET

Viola di vino

Un angolo nascosto vicino al del Naviglio Pavese a Milano per un calice da meditazione o un piatto dopo teatro

Un angolo nascosto vicino al del Naviglio Pavese a Milano per un calice da meditazione o un piatto dopo teatro

di Teresa Scacchi

Leggermente defilata rispetto all’alzaia del Naviglio Pavese, solo pochi metri ma l’atmosfera è meno frenetica, frequentata da un pubblico vivace ma educato, allegra ed elegante nell’arredo, l’Enoteca Viola (vineria con piccola cucina), è una scoperta per le serate milanesi. Piacevole il dehors su strada e accogliente l’interno, dove il vino la fa da padrone, con tante bottiglie, sugli scaffali e sul banco della mescita.Interessante, la carta dei vini costruita con intelligenza, competenza e buon gusto. Vi si trovano proposte mai banali, di etichette poco note e veramente molto valide. Bianchi, rossi e bollicine (un po’ di attenzione al mondo dei rosati peraltro non guasterebbe) sono rappresentati al meglio, e molti possono essere degustati anche al calice. Da segnlare la presenza di piccole denominazioni e di rari vitigni autoctoni (anche del centro-sud), che rappresentano una delle caratteristiche più preziose e uniche del patrimonio vitivinicolo italiano.

Ogni mese, l’Enoteca Viola propone una “Cantina del Mese” e ogni settimana un “Vino della Settimana”, prodotto dall’azienda. A cadenze stagionali vengono organizzati eventi particolari con la rassegna estiva dei cibi da strada.
La cucina, diretta con sapienza dalla titolare, Rosa Sapio, è curata, con grande riguardo per la stagionalità e la freschezza delle materie prime: piatti tradizionali, a volte reinterpretati, ma sempre con mano leggera, e ricette innovative tuttavia saldamente ancorate al territorio, si alternano ai taglieri, le bruschette e le insalate, tutti caratterizzati da prodotti pregiati e con tocco creativo. Una menzione speciale meritano i dolci, tutti fatti in casa, che consentono piacevolissimi abbinamenti con i passiti e i vini dolci proposti dal locale.

Aperta fino a tardi, tutti i giorni della settimana (è chiusa solo la domenica a mezzogiorno), Viola Enoteca permette di cenare anche dopo il teatro o il cinema (meglio prenotare). Il prezzo di una cena è allineato alla media dei locali di questo tipo (25-30 euro). Ampia selezione di vini al bicchiere (da 4 euro).